Pazza Inter al Franchi, tre punti d’oro per Inzaghi: Lautaro trascinatore

0
666

Cronaca, tabellino, top e flop della sfida Fiorentina-Inter andata in scena al ‘Franchi’ e valevole per la undicesima giornata di Serie A

L’Inter sbanca il Franchi al ’95’ e resta agganciato al treno Scudetto. Partita straordinaria di Lautaro, autore di un assist e una doppietta.

Pagelle e tabellino di Fiorentina-Inter
Lautaro Martinez ©LaPresse

Fiorentina-Inter, Lautaro show

Partenza sprint e al terzo minuto nerazzurri già avanti con Barella servito da Lautaro. Funziona il pressing alto della squadra di Inzaghi, l’argentino vince un rimpallo e pesca il compagno nell’inserimento: il numero 23 entra in area e di esterno, in caduta, batte Terracciano. Dieci minuti dopo arriva già il raddoppio, i viola sono scoperti, Lautaro ubriaca Martinez Quarta e la piazza all’angolino. La gara è in discesa, l’Inter ne è padrona ma alla mezz’ora Dimarco fa un entrata ‘killer’ ai danni di Bonaventura. Valeri va al Var e concede il penalty che non sbaglia Cabral. ‘Graziato’ il terzino interista, per lui nemmeno il cartellino giallo.

L’Inter ci crede fino all’ultimo: 3-4 di Mkhitaryan al 95′

Al quarto d’ora della ripresa la Fiorentina la riacciuffa con una ripartenza fulminea su cui mette il timbro Ikone con un gran gol. I nerazzurri rivanno però subito alla ricerca della vittoria, trascinati da Lautaro: l’argentino si procura il rigore che lui stesso trasforma. Tornati sotto, i viola hanno il merito di rimanere in partita che riprendono di nuovo al novantesimo con una perla di Jovic. Il sigillo del serbo sembra chiudere definitivamente i giochi, ma l’Inter ci crede fino all’ultimo e proprio all’ultimo – con i padroni di casa sbilanciati – trova la rete del definitivo 3-4. Venuti la spazza addosso a Mkhitaryan e il pallone va a finire all’angolino. Prima rete interista per l’armeno, tre punti d’oro per Inzaghi che martedì vorrà completare l’opera in Champions League.

Fiorentina-Inter: pagelle e tabellino

TOP

LAUTARO – Si è preso l’Inter sulle spalle. Un assist e due gol, questa vittoria è soprattutto sua. La rete al ‘Camp Nou’ lo ha fatto svoltare.

BARELLA – Corre per due, forse per tre siglando il terzo gol consecutivo, il quinto stagionale. Uno di quelli che ci crede fino all’ultimo.

DZEKO – Entra e fa subito la differenza servendo due palloni d’oro a Barella e Lautaro. Nel 3-4 finale c’è il suo zampino. Andrebbe clonato.

SKRINIAR – Nell’uno contro uno non lo superi mai. Kouame lo sa molto bene.

FLOP

DIMARCO – Con una follia riapre la partita. Subito dopo si divora un’occasionissima per farsi perdonare. Serataccia.

ACERBI – Disattento, nell’azione del gol di Ikone getta alle ortiche la sua esperienza

CORREA – Unica scusante è che era la prima da titolare dopo l’infortunio. Dura una ventina di minuti.

DE VRIJ – Quasi perfetto fino al novantesimo, quando si perde Jovic.

FIORENTINA-INTER 3-4
3′ Barella, 14′ e 72′ rig.Lautaro, 32′ rig.Cabral, 60′ Ikone, 90′ Jovic (F), 95′ Mkhitaryan (I)

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano 6; Dodo 5 (83′ Venuti 4), Milenkovic 5, Martinez Quarta 4, Biraghi 5,5 (83′ Terzic sv); Bonaventura 6,5, Amrabat 5 (83′ Barak sv), Duncan 5 (52′ Jovic 7); Nico Gonzalez sv, Cabral 6,5, Kouame 7. All.: Italiano 6

INTER (3-5-2): Onana 6,5; Skriniar 7, de Vrij 5,5, Acerbi 5,5, Darmian 5,5 (67′ Dumfries 6), Barella 7,5, Calhanoglu 5,5, Mkhitaryan 6, Dimarco 4 (67′ Gosens 6); Correa 5,5 (60′ Dzeko 8), Lautaro Martinez 9 (85′ Bellanova sv). All.: Inzaghi 7

Arbitro: Valeri di Roma 2
Ammoniti: Bonaventura, Acerbi, Inzaghi, Amrabat, Barella, Dumfries