Calciomercato Inter, cessione pesante: l’annuncio di Marotta

0
115

Marotta non fa ‘sconti’ e va a tu per tu. L’annuncio ufficiale rilasciato da parte dell’ad nerazzurro direttamente sul mercato

Erano e restano settimane del tutto cruciali quelle alle quali l’Inter sarebbe andata incontro in quest’ultimo periodo. Non per nulla, negli ultimi anni, l’intera proprietà della ‘Beneamata’ ha avuto a che fare con importanti debiti finanziari, ma, per via di alcuni adeguati atteggiamenti adottati proprio nella scorsa estate, i nerazzurri sono riusciti a cavarsela perlomeno momentaneamente.

Beppe Marotta e Piero Ausilio ©LaPresse

Nonostante questo, la situazione è ormai – almeno in parte – un po’ chiara a tutti e l’Inter non può più permettersi alcun investimento dispendioso da qui in poi, anzi, deve bensì far fronte a qualcos’altro – andando a guadagnare sui 50/60 milioni entro giugno 2023 – proprio come testimoniato da alcuni dirigenti nerazzurri. A ‘prendersi la scena’ infatti, ci hanno pensato quest’oggi dapprima il patron Zhang e l’ad Alessandro Antonello ed in seguito l’altro dirigente della ‘Beneamata’ Beppe Marotta, il tutto a margine dell’assemblea tenutasi tra i soci dell’Inter.

Marotta allo scoperto: “Ogni offerta va valutata con lungimiranza. Il player trading? Resta un elemento fondamentale”

Beppe Marotta ©LaPresse

Una volta che il bilancio 2021/2022 è stato approvato, l’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ha da lì avuto l’occasione di affrontare diversi temi, tra i quali non vi è soltanto il rinnovo di Milan Skriniar ma anche molto altro. Queste le sue prime dichiarazioni: Possibile cessione in arrivo? Ogni offerta va valutata con lungimiranza. Al giorno d’oggi l’area calcistica italiana raggiunge con evidenti difficoltà quello che è l’obiettivo di sostenibilità. Non a caso, il player trading risulta essere ad oggi un elemento di ordinaria caratteristica. Nessun club può permettersi di fare a meno di questa cosa, in quanto nessuna società è in grado di creare risorse sufficienti da altre leve. Ogni situazione andrà esaminata. Quando parliamo di competenza, si deve necessariamente parlare anche del green manager, che dev’essere in grado di preparare il campo nel migliore dei modi, con tanto di allenamenti e performance adeguate. La finestra del mercato di gennaio è solo complementare”.

Marotta ‘avvisa’: ‘Inzaghi allenatore giovane e vincente. Su Skriniar? Vi dico tutto”

Beppe Marotta ©LaPresse

Una volta terminate tutte le dovute premesse del caso – in riferimento ad un’eventuale cessione che ben presto arriverà chiaramente – Beppe Marotta ha potuto poi soffermarsi sia sul ‘profilo’ di Inzaghi che su qualcos’altro di estremamente importante. Da qui, il suo annuncio: “Sappiamo di avere a che fare con seri professionisti. Tutti meriterebbero la conferma. Non c’è solo Skriniar in mezzo. I giocatori in scadenza sono otto. Chiaramente poi, le scelte possono essere differenti, ma qualsiasi cosa accasa, la stima per questi uomini resterà sempre intatta, proprio per quanto dato all’Inter. Ci sono situazioni che vanno valutate di caso in caso, ma non siamo preoccupati. Quanto al mister invece, è un allenatore che ha dimostrato di avere le qualità per raggiungere un alto livello di prestigio. Ci auguriamo che possa raggiungerlo con noi. Per il resto, rappresenta un profilo: giovane, italiano e vincente”.