I soldi non sono un problema: col nuovo allenatore anche Correa

0
379

La stagione di Joaquin Correa continua ad attraversare binari piuttosto particolari. Poca incisività, tanti problemi fisici ed un Mondiale che rischia di sfuggire. Un cambio in panchina  in Premier potrebbe anche condurre ad una nuova idea 

Ancora un’annata deludente fin qui per Joaquin Correa, attaccante argentino fermo a due soli gol in campionato e complessivamente spesso escluso dall’undici titolare tra scelte tecniche e problemini fisici di varia natura. Fin qui non ha mai giocato 90 minuti completi in Serie A e già questo dato fa ben capire come anche la seconda stagione interista del ‘Tucu’ sia tutt’altro che indimenticabile. L’ex laziale è stato intanto inserito nel listone di pre convocati di Scaloni per l’Argentina ma dovrà lottare per finire nel gruppo finale che andrà a fare i Mondiali.

I soldi non sono un problema: col nuovo allenatore anche Correa
Joaquin Correa ©LaPresse

Al netto di quella che potrà essere o meno la sua partecipazione a Qatar 2022 molto dipenderà dal rendimento con l‘Inter, anche per la questione futuro.

Calciomercato Inter, Emery cambia panchina: idea Correa per gennaio

I soldi non sono un problema: col nuovo allenatore anche Correa
Unai Emery © LaPresse 

Senza segnali di crescita appare difficile pensare ad una terza stagione all’Inter per il ‘Tucu’ che ha bisogno di dare continuità ed alzare l’asticella. Intanto il suo nome potrebbe anche finire sul taccuino di un allenatore che ha appena cambiato impiego. Si tratta di Unai Emery che sarà dal 1 novembre prossimo il nuovo tecnico dell’Aston Villa, in Premier League, dopo l’addio ufficiale al Villarreal e l’esonero invece di Gerrard.

Gli inglesi hanno pagato una clausola rescissoria clausola di sei milioni lasciando ben capire come i soldi da quelle parti non siano di certo un problema. Emery dovrà quindi risollevare le sorti della squadra imprimendo il suo marchio di gioco. 4-2-3-1 o 4-4-2 i moduli preferiti dello spagnolo che potrebbe avere bisogno di una seconda punta di fantasia da mettere insieme ad un centravanti. A gennaio quindi nel ventaglio di idee potrebbe spuntare anche lo stesso Correa. Per l’Inter alle giuste cifre e senza minusvalenze, l’argentino non è per niente incedibile.