Tutto facile con la Samp, terzo posto aspettando la Juve: Barella e Bastoni in cattedra

0
233

Pagelle e tabellino del match Inter-Sampdoria andato in scena al ‘Meazza’ e valevole per la dodicesima giornata di Serie A

L’Inter supera in scioltezza la Sampdoria al ‘Meazza’ e sale momentaneamente al terzo posto. Quarta vittoria consecutiva in campionato per Skriniar e compagni, attesi domenica prossima, dopo il Bayern in Champions, dalla supersfida con la Juventus che molto dirà sulle prospettive della formazione di Inzaghi.

Inter-Sampdoria: pagelle e tabellino
L’Inter batte la Samp e sale al terzo posto ©LaPresse

Inter in scioltezza: Samp al tappeto già al primo tempo

L’Inter è subito padrona del match, che sblocca al ventesimo con l’incornata di de Vrij sugli sviluppi di calcio d’angolo. I blucerchiati giocano alto e con coraggio, però non sono mai pericolosi. I nerazzurri si muovono a uno-due tocchi e con un paio di passaggi arrivano facilmente nell’area di rigore avversaria. Allo scadere del primo tempo arriva il raddoppio: lancio millimetrico di Bastoni per Barella, lasciato libero di stoppare al volo, gestire il pallone e calciare a rete.

Il gran gol di Correa vale il tris finale

Nella ripresa l’Inter controlla senza affanni andando più volte vicino al tris, che arriva a venti dal termine con Correa, entrato poco prima insieme a Lukaku. Coast-to-coast e missile sotto l’incrocio per l’argentino contro la sua ex squadra. È il sigillo finale sulla sfida. La rincorsa dell’Inter verso il vertice continua.

Pagelle e tabellino Inter-Sampdoria

TOP

DE VRIJ – Con una incornata sblocca il match, che gioca con scioltezza ed efficacia sbagliando praticamente zero.

BASTONI – Grande asse con Dimarco, si alza sempre per dare il suo contributo all’azione offensiva. E ci riesce, con la sua qualità da centrocampista. Pennellata d’autore per Barella.

BARELLA – Terza rete consecutiva in campionato, quarta nelle ultime cinque. Ci ha preso gusto e l’Inter ne beneficia. Coi gol nel curriculum, bellissimo anche questo di stasera contro l’idolo Stankovic, diventa un centrocampista top.

DIMARCO – Sembra migliorare partita dopo partita. Spinta costante, palloni sempre di qualità… Gosens non ha alcuna possibilità di togliergli la maglia da titolare.

LAUTARO – Gli è mancato solo il gol, che avrebbe meritato. Il ‘Toro’ è scatenato, gioca tanto per la squadra e, anche quando la vittoria è ormai blindata, continua a lottare.

FLOP (Nessuno)

INTER-SAMPDORIA 3-0
20′ de Vrij, 43′ Barella, 72′ Correa

INTER (3-5-2): Onana 6,5; Skriniar 7, de Vrij 7, Bastoni 7 (67′ Acerbi 6); Dumfries 6 (78′ Bellanova s.v.), Barella 7,5, Calhanoglu 6,5 (83′ Asllani s.v.), Mkhitaryan 7, Dimarco 7; Dzeko 6,5 (67′ Correa 7), Lautaro 7 (67′ Lukaku 6). All.: Inzaghi 7

SAMPDORIA (3-5-2): Audero 6.5; Ferrari 5,5, Colley 5, Amione 5; Bereszynski, Yepes 6 (52′ Vieira 5,5), Villar 5 (52′ Verre 5,5), Djuricic 6,5 (77′ Rincon 5,5), Leris 6,5; Caputo 5,5 (65′ Pussetto 6), Gabbiadini 6.5 (77′ Montevago 6). All.: Stankovic 6

Arbitro: Irrati di Pistoia
Ammoniti: Yepes, Colley, Djuricic, Verre, Gabbiadini, Bastoni, Vieira