Non solo Lukaku, Inzaghi a sorpresa: “Torna nel 2023”

0
208

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia del big match contro il Bayern Monaco, valevole per la sesta giornata di Champions League

Torna la Champions League, con l’Inter impegnata domani sera all‘Allianz Stadium’ nel big match contro il Bayern Monaco di Julian Nagelsmann. Nerazzurri che in via di quello che recita attualmente la classifica del girone C, possono sostanzialmente ‘esentarsi’ dal risultato che offrirà la gara di domani, con l’unico compito di giocare bene e provare a fare a tratti la partita. Assieme al tecnico nerazzurro parlerà anche Robin Gosens.

Simone Inzaghi ©LaPresse

Tutte le dichiarazioni del tecnico nerazzurro raccolte da Interlive.it:

SULLA GARA DI DOMANI – “E’ inevitabile che questa partita non conti per il girone, ma sarà comunque uno splendido match in un bellissimo stadio, contro una delle migliori squadre d’Europa. Vogliamo fare una gara seria, organizzata, sapendo che ci saranno comunque delle difficoltà. Troveremo una squadra molto molto forte e organizzata”.

SUL MOMENTO DELLA SQUADRA – “Siamo messi meglio rispetto a settembre. Questo è dovuto anche alla condizione atletica dei singoli. Stiamo vivendo un buon momento e sono fiducioso. La squadra sta dando ottime risposte”.

LUKAKU – “Ha avuto un problema accusato alla cicatrice, proprio nella partita di sabato quando è entrato. Dovrà rimanere a riposo per qualche giorno e poi verrà rivalutato a fine settimana. È un rallentamento che non ci voleva, ci stava dando tanto e speriamo di poterlo riavere a disposizione prima della sosta.

SU BROZOVIC E D’AMBROSIO – “Ci auguriamo che Brozovic possa tornare domenica. Si è fermato anche D’Ambrosio. Non lo riavremo fino a dopo la sosta”.

SULLA JUVENTUS – “Sappiamo bene che partita andremo ad affrontare domenica. Cambierò qualcosa anche se non del tutto. Oggi abbiamo fatto qualcosa sul campo, senza spendere troppe energie”.

SULL’ATTACCO – “Dzeko ha preso una botta. Correa e Lautaro stanno bene, in più abbiamo due ragazzi della Primavera che ci possono dare una mano per domani”.

CHI TRA ONANA E HANDANOVIC – “”Giocherà Onana. Handanovic non sarà disponibile. Non appena torneremo in Italia lavorerà per tornare a disposizione”.

ASLLANI – “Quell’errore è ormai acqua passata. Asllani sta crescendo tanto e mi sta mettendo in difficoltà. Anche Calhanoglu sta facendo bene da play. Domani valuterò se Asllani agirà da mezzala oppure da regista. Può essere la partita giusta per lui”.

Gosens: “Gara speciale per me quella di domani. Mi sento bene. Non vedo l’ora”

Robin Gosens ©LaPresse

Una volta intervenuto in conferenza stampa assieme a Simone Inzaghi, Robin Gosens ha da subito provveduto a presentare quella che sarà la sfida di domani contro il Bayern Monaco, soffermandosi poi anche su molti altri temi.

SUL MATCH DI DOMANI – “Non vedo l’ora. Per me sarà una partita speciale. Ho tantissimi ricordi piacevoli vissuti in questo stadio. Ho inoltre tanti amici e conoscenti che saranno qui a fare il tifo. È vero, è già tutto deciso se guardiamo al girone, ma la Champions ha comunque un fascino speciale”.

SUL SUO MOMENTO – “Chiaro che un giocatore vuole sempre giocare. Allo stesso tempo però non è sempre così facile. Ho avuto un lungo stop, da me sottovalutato inoltre. L’importante è che in questo momento io stia bene. Posso dire che mi sento quasi come il vecchio Robin. Mi tocca accettare il fatto che la squadra stia girando bene e che Dimarco sta vivendo un momento d’oro. Dovrà lottare per far si che il mio momento arrivi”.

SUL BAYERN E NON SOLO – “Sarà una bellissima sfida per noi. Ci servirà per vedere a che punto siamo. Rispetto alla gara d’andata saremo un’altra squadra. Siamo cresciuti e personalmente sono molto curioso di vedere come saremo capaci di affrontare una delle squadre più forti al mondo in questo momento”.

SUL MONDIALE – “E’ vero, ho fatto bene in Nazionale, ma al Mondiale vanno i giocatori che fanno bene nella società in cui giocano. L’unica cosa che posso fare è quella di continuare ad allenarmi bene e fare la differenza ogni qualvolta entro. Spero che il ct si accorga di tutto questo”.