Milinkovic rimane il sogno di Marotta: doppia cessione per realizzarlo

0
388

Il CEO dell’Inter lo vuole dai tempi della Juventus. Il centrocampista serbo salterà per squalifica il derby con la Roma in programma domenica alle 18

Un nome, una garanzia: Sergej Milinkovic-Savic. Beppe Marotta lo insegue dai tempi della Juventus, ma fin qui non è riuscito a prenderlo. Tutta ‘colpa’ di Lotito, che per il suo gioiello ha sempre chiesto cifre esorbitanti. E il serbo, non a caso, è rimasto alla Lazio con l’impossibilità di competere per traguardi ben più importanti di un quarto posto.

Calciomercato Inter, sogno Milinkovic: lo finanziano Dumfries e Calhanoglu
Milinkovic-Savic ©LaPresse

Il contratto del classe ’95 nato in Spagna, precisamente a Lleida, scade a giugno 2024 e quindi la prossima estate rappresenterà l’ultima occasione per incassare una consistente cifra dalla cessione del suo cartellino. Va detto, però, che di recente lo stesso numero uno del club capitolino ha detto che intende provare a rinnovare l’accordo, sottolineando di non avere alcuna intenzione di privarsene. Staremo a vedere cosa accadrà nel futuro di Milinkovic-Savic, che intanto salterà il derby di domenica con la Roma per squalifica. Una squalifica per tanti ingiusta, vista l’ammonizione a dir poco generosa che si è beccato nel finale della sfida con la Salernitana persa 1-3 in rimonta dagli uomini di Sarri.

“Sergej l’ho visto con una condizione emotiva tipo la mia, incazzato – ha detto il tecnico dopo la partita coi granata a proposito del giallo a Milinkovic – Con un’ammonizione del genere, è normale che se la prenda. Non c’è niente da fare. In 50 anni di calcio è il primo giocatore in possesso palla che vedo ammonito senza che il difensore tocchi la palla”.

Calciomercato Inter, 75 milioni per il colpo Milinkovic-Savic

Calciomercato Inter, sogno Milinkovic: lo finanziano Dumfries e Calhanoglu
Hakan Calhanoglu ©LaPresse

Milinkovic impossibile per l’Inter? Probabilmente sì. Forse lo stesso si può dire per la Juventus, sempre sulle sue tracce. Fantasticando un po’, il colpo potrebbe essere ‘finanziato’ da un paio di grandi cessioni. Parlando per i nerazzurri, quelle per esempio di Denzel Dumfries e Hakan Calhanoglu. Il primo è ancora un obiettivo concreto del Chelsea e ha una valutazione di base da 40 milioni di euro, il secondo vanta diversi estimatori in Premier e la dirigenza di viale della Liberazione potrebbe valutarlo sui 30-35. Tutti, eventualmente, plusvalenza dato che il turco è stato preso a zero. Con 70-75 milioni di euro a disposizione, ma ripetiamo siamo nel campo del fantamercato o giù di lì, Marotta potrebbe provare a trasformare il suo sogno in realtà.