Soldi e scambio da 90 milioni: Guardiola fa ‘tremare’ l’Inter

0
360

L’Inter è tornata a macinare punti e risultati e lo sta facendo anche attraverso la fase di ricrescita della propria difesa, bucata spesso in questo avvio, ma sempre composta da elementi di alto profilo. Uno di questi è nel mirino di Guardiola 

La difesa è stato fin qui uno dei reparti maggiormente criticati nell’avvio di stagione dell’Inter, soprattutto prima di iniziare ad inanellare una serie di risultati positivi. In particolare sul banco degli imputati ci era finito persino Alessandro Bastoni, centrale di alto profilo classe 1999 già affermato a livello nazionale ed internazionale ma con ancora margini di miglioramento. Il giovane difensore col passare delle giornate ha ripreso in mano la sua stagione offrendo di nuovo prove sicure nelle quali abbina alle doti difensive anche ottime capacità in fase di impostazione e accompagnamento alla manovra, come nel caso dell’assist per lo splendido gol di Barella contro la Sampdoria.

Alessandro Bastoni, difensore dell’Inter ©LaPresse

Torna a brillare quindi Bastoni che col contratto in scadenza nel 2024 rischia ancora di attirare le mire di club molto importanti a livello europeo.

Calciomercato Inter, soldi e scambio per arrivare a Bastoni: Guardiola ci prova

Pep Guardiola© LaPresse 

Il nome di Bastoni, come appreso dai colleghi di ‘Calciomercatoweb.it’, potrebbe circolare dalle parti di Manchester, sponda City, con Pep Guardiola a caccia di nuovi difensori giovani ma già affermati. Mancino molto educato, prestante fisicamente ed anche piuttosto nell’andatura, il class 1999 potrebbe essere adatto alla Premier, lì dove il tecnico catalano potrebbe provare a portarlo.

Il rinnovo è alla portata, ma qualora non dovesse arrivare l’estate prossima sarebbe anche l’ultima per incassare dalla vendita del suo cartellino prima di arrivare a scadenza. Ecco che in questo contesto il City potrebbe provarci con una proposta eventuale da  da 50 milioni di euro più una contropartita tecnica difensiva come Nathan Akè, valutato sui 38/40 milioni, per un totale in valore di circa 90 milioni di euro.