Casadei: “Al Chelsea sto vivendo una bella esperienza”

0
24

Inter, il centrocampista Cesare Casadei ha parlato della sua scelta di trasferirsi in Inghilterra e del suo ambientamento

Cesare Casadei ©LaPresse

L’ex centrocampista della Primavera dell’Inter Cesare Casadei, è tornato in Italia per disputare le gare della Nazionale Under 21. La squadra giovanile italiana giocherà il 22 giugno ad Ancona contro i pari età della Germania, il 26 giugno in Svizzera contro la formazione di casa e infine nuovamente in Italia contro la Norvegia.

Il giovane ne ha approfittato per spiegare i motivi per cui ha deciso di trasferirsi in Inghilterra al Chelsea.

Queste le sue prime dichiarazioni, riprese dai canali ufficiali della Figc: “E’ stata un’estate movimentata. Ma ho avuto tempo di pensare alla mia scelta prima di tuffarmi in questa nuova avventura. Quando è arrivata la proposta l’ho accolta a braccia aperte, anche se non è stata una decisione facile e non è stato altrettanto facile il periodo di ambientamento. Mi sono però sentito di scegliere l’Inghilterra e di uscire dalla mia zona di comfort“.

Il giocatore, ha fatto tutta la trafila delle giovanili nazionali partendo dall’Under 15 e in merito a questa convocazione con l’Under21 ha detto: “Vestire la maglia azzurra è sempre una grande emozione perché essere chiamati dalla propria Nazionale è un enorme motivo d’orgoglio, a maggior ragione se in questi giorni siamo vicini a dove sono nato. Sono contento di essere qui come lo sono sempre stato, per questo cerco di fare sempre il massimo e mettermi a disposizione della squadra. Mi ha colpito l’entusiasmo durante gli allenamenti. Sono consapevole della forza di questa squadra, con tanti grandi giocatori: credo sia un gruppo che può vincere l’Europeo. Io, invece, cerco di fare un passo alla volta: senza sporgermi, ma dando sempre il 100%”.

Poi ha voluto dare il suo parere, sui differenti metodi di preparazione che ci sono tra l‘Italia e l’Inghilterra e ha spiegato: “Ci sono tipologie di allenamento e di lavoro differenti, si utilizza quasi sempre la palla. Anche sotto quel punto di vista è stato un bel cambiamento, a cui aggiungere il fatto che sto imparando la lingua e ho dovuto apprendere molte cose nuove in breve tempo. Me la sono dovuta cavare da solo, ma devo dire che sto vivendo una bella esperienza“.

Il calciatore, ha poi concluso questo lungo colloquio spiegando quale sia il suo ruolo preferito e ha ribadito: “Mi piace giocare in vari ruoli, anche nel Chelsea sono impiegato in diverse posizioni, e ammiro molto Loftus-Cheek per la sua fisicità”.