Calciomercato Inter, via libera ad Hakimi: Mourinho decisivo

0
2139

Il tecnico portoghese è legato alla Roma da un contratto in scadenza a giugno 2024. Nella Capitale girano voci di divorzio a fine stagione

Tre giorni fa Ivan Zazzaroni, direttore del ‘Corriere dello Sport’ notoriamente vicino all’ambiente Mourinho, ha ipotizzato l’addio alla Roma del tecnico portoghese alla fine di questa seconda stagione dello ‘Special One’ sulla panchina giallorossa.

José Mourinho ©LaPresse

Secondo me se non rinnovano fino al 2025 con un po’ di garanzie tecniche, lui fatica ad arrivare al terzo anno – le sue parole in diretta a ‘Centro Suono Sport’, nel corso della trasmissione ‘Te la do io Tokyo’ – Non credo che lui voglia continare a fare sacrifici e anche a mangiare questa me***a. La sua Roma ha 2 punti in più ed è in Europa League rispetto allo scorso anno. Ora è in Giappone avendo a disposizione Tahirovic e Bove, mentre l’anno scorso c’erano Mkhitaryan e Veretout. Considerati gl incidenti che ha avuto, a mio avviso la Roma di quest’anno è una squadra meno forte”.

“Quando arriva Mourinho – ha aggiunto Zazzaroni – le premesse erano quelle di crescere ogni anno. Shomurodov lo conosceva perchè l’aveva affrontato in Champions, ma non era un giocatore di suo gradimento, almeno quello che lui cercava in quel momento per crescere. Vina, pure, non l’ha voluto lui. Quando prendi Mourinho, il secondo anno devi crescere e al terzo devi avere una squadra che può puntare, non dico allo scudetto, ma ad obiettivi importanti…”. È abbastanza chiaro il fatto che Mourinho, il quale ha già vinto un titolo con la Roma (la Conference League), voglia garanzie dai Friedkin circa il rafforzamento della squadra, oggi non competitiva per il vertice. Domani lo sarà? Difficile dirlo, però senza appunto queste garanzie, l’ex tecnico interista potrebbe dire addio.

Calciomercato Inter, Mourinho-Psg e Hakimi lascia Parigi: possibile scambio col Chelsea

Calciomercato Inter: Mourinho al Psg libera Hakimi
Hakimi in azione col Marocco al Mondiale in Qatar ©LaPresse

Quale potrebbe essere la prossima squadra di Mourinho? Proprio nei giorni scorsi è riemersa in Spagna la voce di un possibile clamoroso ritorno al Real Madrid, qualora Ancelotti decidesse di andar via o venisse silurato da Perez col quale l’allenatore romanista ha mantenuto un ottimo rapporto. Attenzione, tuttavia, a cosa può accadere in quel di Parigi, al Paris Saint-Germain. Se arrivasse un altro flop europeo, la posizione di Galtier diventerebbe molto precaria. E il Ds Campos è grande amico di Mourinho, forse l’uomo giusto per gestire uno spogliatoio pieno di stelle. Con lui cambierebbe anche la fisionomia della rosa, mettendo eventualmente a rischio la testa di qualche big.

Il 59enne di Setubal potrebbe chiedere l’acquisto di un nuovo laterale destro, nella fattispecie di Reece James che conosce bene e apprezza dai tempi della Premier, col conseguente via libera alla partenza di Achraf Hakimi che non sarebbe in gran sintonia coi sudamericani. I tifosi dell’Inter ‘sognano’ e sognerebbero il ritorno del marocchino, il cui futuro potrebbe però essere proprio con la maglia dei ‘Blues’ (scambio con lo stesso James?) oppure in un’altra big d’Inghilterra, United o Tottenham… Di Conte.