L’agente rincuora Lautaro: “Gioca con infiltrazioni, resta un top player”

0
39

Alejandro Camano, agente di Lautaro Martinez, ha detto la sua sulle condizioni fisiche del centravanti nerazzurro impegnato con la Nazionale dell’Argentina

Lautaro Martinez ha mosso i primi passi di questa stagione contento di tornare al fianco di Lukaku nel duo che un paio d’anni fa ha incantato l’Italia e mezza Europa, riportando l’Inter ai fasti d’un tempo.

Lautaro Martinez ©LaPresse

Dal momento dell’infortunio del centravanti belga, però, Lautaro ha dovuto per forza di cose affiancare nuovamente Dzeko nella manovra offensiva. Questo lo ha condotto spesso a fungere da rifinitore, senza aver modo di incidere in modo diretto sottorete. Il suo digiuno, tra campionato e Champions League, è durato diverse settimane prima di essere interrotto. Ed è quindi approdato al Campionato del Mondo di Qatar 2022 con la sua Nazionale, conscio di poter offrire il suo contributo al raggiungimento del miglior piazzamento possibile.

Finora, però, le sue prestazioni hanno rispecchiato proprio la prima parte della metà di stagione finora disputata: tante occasioni sprecate, molti errori anche banali per uno come lui. Per questo motivo lo stesso commissario tecnico dell’Argentina, Scaloni, lo ha messo da parte favorendo – con intelligenza tattica – Julian Alvarez. Questa alternanza potrebbe durare ancora, a meno che lo stesso Scaloni non veda nel centravanti nerazzurro la voglia di riscatto sin dalla prossima partita valevole per i quarti di finale.

Lautaro fuori condizione, il fastidio alla caviglia lo blocca

Lautaro Martinez ©LaPresse

Intanto, a rincuorarlo è stato il suo agente Alejandro Camano, il quale ha fatto il punto sulla sua conduzione fisica non al massimo in questo momento: “Sta giocando con le infiltrazioni perché ha un forte dolore alla caviglia. Sta lavorando duramente per far passare questo dolore il prima possibile e tornare in campo. È un goleador tra i top al mondo. Mentalmente è molto forte. Certo i gol annullati sono stati duri da digerire. Quanto a Julian Alvarez, possono giocare bene insieme perché si completano l’uno con l’altro“.