Conte ‘provoca’ l’Inter: soldi e scambio per portarlo al Tottenham

0
41

L’Inter lavora sempre per potenziare la rosa a disposizione di Simone Inzaghi. Occhi puntati anche in difesa dove i dubbi non mancano 

Riflettori puntati sulla difesa del futuro per l’Inter che potrebbe riservare alcune sorprese. Il reparto arretrato finora ha reso al di sotto delle aspettative e soprattutto rispetto a quanto fatto nelle annate precedenti, con particolare riferimento a quella dello scudetto con Conte. Il terzetto composto da Skriniar, de Vrij e Bastoni rischia di sfaldarsi nelle prossime sessioni di calciomercato a causa delle situazioni contrattuali dei primi due, entrambi in scadenza a giugno, e dei papabili interessamenti dall’estero per il terzo.

Calciomercato Inter, Bastoni nel mirino di Conte per il futuro: scambio e soldi ma a cifre basse 
Antonio Conte, allenatore del Tottenham © LaPresse

Skriniar e de Vrij sono entrambi in scadenza 2023 e con situazioni da esplorare tra rinnovi e addio a costo zero, mentre Bastoni ha un anno in più di contratto rispetto ai colleghi più esperti, ed ancora ampi margini di miglioramento nonostante la leggera flessione dell’inizio di questa stagione. Nel rapporto età, esperienza e potenziale il centrale italiano classe 1999 ha infatti tutte le carte in regola per fare gola al di fuori dei confini nazionali, con particolare riferimento alla Premier League, a cui era già stato accostato in passato.

Calciomercato Inter, Bastoni nel mirino di Conte per il futuro: scambio e soldi ma a cifre basse

Calciomercato Inter, Bastoni nel mirino di Conte per il futuro: scambio e soldi ma a cifre basse 
Alessandro Bastoni ©LaPresse

Al netto del rapporto e della voglia di proseguire insieme, non si escluderebbe una cessione illustre come quella dello stesso Alessandro Bastoni la prossima estate, in virtù anche di soldi freschi che potrebbero arrivare dalla Premier. Nello specifico potrebbe ripensarci ancora una volta il Tottenham del grande ex Antonio Conte, che il difensore italiano lo ha definitivamente consacrato al grande calcio.

Il tecnico salentino lo stima molto e potrebbe piazzare con i suoi Spurs sul tavolo una proposta da circa 30 milioni di euro più il cartellino di Tanganga, difensore accostato alle milanesi la scorsa estate. Un’offerta quasi provocatoria che non accoglierebbe evidentemente i favori dell’Inter che valuta il suo gioiello una cifra ben superiore e soprattutto, in caso di dolorosa separazione, solo cash.

Intanto nei giorni scorsi era tornato in auge anche il nome di un altro mancino come Hincapiè nell’eventualità di inserire un nome con quelle caratteristiche anche l’agente del difensore del Bayer Leverkusen a Interlive.it è stato chiarissimo: “Non so niente dell’Inter, non abbiamo parlato“.