Tra gli scarti della Premier: affare con Inter o Juve

0
44

Il Manchester United, già a gennaio, dovrà sfoltire la sua rosa. E ci sono anche altre squadre di Premier con scarti o giocatori non essenziali da piazzare che potrebbero far gola all’Inter

In verità, i nerazzurri hanno poche speranze di poter concludere qualcosa per gennaio. Quindi si concentrano soprattutto sui nomi per la prossima stagione. Calciatori in scadenza, tra cui alcuni nomi grossi.

Inter cerca scarti in Premier - www.interlive.it
Simone Inzaghi ©LaPresse

Gli obiettivi interessanti provenienti dalla Premier League sono tanti, ma non tutti a portata, visti gli ingaggi elevati del campionato inglese. Per la sessione di riparazione, al massimo, si potrebbe ragionare con il Chelsea, con cui i dirigenti interisti discutono ormai su più tavoli e questioni.

Tra i tanti scarti della Premier, ci sono almeno due calciatori che militano nel Manchester United e ormai finiti ai margini del progetto. Poi si potrebbe pescare anche in casa dell’Arsenal, del City e del Tottenham. I pezzi più pregiati però sono quasi tutti nello United. Se i Reds dovessero sul serio puntare su una strategia di alleggerimento, è lecito attendersi che il team possa offrire anche il venticinquenne Donny van de Beek.

L’olandese è un gran bel giocatore, un trequartista riciclabile anche come interno destro. E non è un mistero che il centrocampista piaccia anche a Simone Inzaghi. Verosimilmente, l’olandese potrebbe essere offerto dai Reds in Italia per arrivare a giocatori che interessano al manager Erik ten Hag. E, com’è noto, il tecnico dello United ha chiesto alla sua dirigenza Danzel Dumfries. Ma lo stesso discorso vale anche per la Juventus. Van de Book potrebbe essere infatti figurare come contropartita per l’affare Rabiot, calciatore che scade a giugno e che quasi di sicuro non rinnoverà, e che dunque la Juve vorrebbe vendere subito.

Gli esperti di mercato pensano che l’affare sia complicato anche per la Juve e poco fattibile per l’Inter. Lo United non è una società abituata a regalare i suoi giocatori. E c’è da mettere in conto che negli ultimi anni non è corso neanche buon sangue tra la società inglese e le due italiane.

Gli scarti della Premier che interessano a Inter e Juve

E quali sono gli altri scarti della Premier appetibili per i nerazzurri e i bianconeri? L’Inter potrebbe concludere qualcosa a gennaio solo vendendo Dumfries, che è nel mirino di tre club di Premier League. Ossia Manchester United, Tottenham e Chelsea. In questo modo Marotta potrebbe ottenere liquidi e una contropartita gradita a Inzaghi.

Inter cerca scarti in Premier - www.interlive.it
Donny van de Beek ©LaPresse

L’estate scorsa si era parlato di un interesse per Antonee Robinson, l’esterno americano in forza al Fulham. Robinson è in scadenza, ma già si sa che l’Inter dovrebbe fare i conti con il Newcastle, pronto ovviamente a offrire al calciatore un ingaggio ricchissimo.

Altri scarti o giocatori che non stanno rendendo al meglio in Premier che potrebbero interessare all’Inter sono Rashford, Tielemans e Zaha. Marcus Rashford è un altro gioiellino del Manchester United. Un attaccante nazionale inglese. Anche qui i nerazzurri devono subire però la concorrenza della Juve. Il belga Youri Tielemans, centrocampista del Leicester City, sta calando di valore mese dopo mese, e l’Inter vorrebbe prenderlo in scadenza. E poi c’è Wilfried Zaha del Crystal Palance. Anche lui in scadenza e con pretese d’ingaggio assai alte.

Affari in Inghilterra

All’Aston Villa sono in scadenza Frédéric Guilbert, terzino destro, che non dispiacerebbe a Inzaghi. E poi va in scadenza pure una vecchia conoscenza dei nerazzurri: Ashley Young. Il laterale sinistro si appresta però a compiere trentotto anni e potrebbe anche ritirarsi.

Ausilio guarda anche in casa Liverpool, per capire quali saranno le intenzioni di Alex Oxlade-Chamberlain, centrocampista di esperienza e di discreta qualità.

C’è poi anche da monitorare la situazione di Firmino. Il trentunenne brasiliano potrebbe svincolarsi dal Liverpool in estate, ma per l’Inter ci sarebbe il grosso problema ingaggio… Klopp non vorrebbe perderlo, e magari nelle prossime ore proverà a convincere il giocatore ad abbassarsi un po’ l’ingaggio per poter accontentare le pretese della società.