“120 milioni di euro”: così Maldini beffa due volte l’Inter

0
47

Scaroni e l’intera dirigenza del Milan hanno ormai le idee chiare. Il piano è già stato delineato. Super cessione e doppio colpo in entrata: a rimetterci è l’Inter

Che il Milan abbia già da tempo incominciato un proprio percorso di crescita, è ormai cosa risaputa: al punto stesso che i rossoneri sono stati in grado di conquistare non soltanto lo scudetto dello scorso anno, ma di ottenere bensì anche il pass per gli ottavi di Champions. La direzione intrapresa dunque è senz’alcun ombra di dubbio quella giusta, anche se i cugini rivali dell’Inter, una volta giunti a questo punto, non vogliono commettere più alcun errore, tantomeno sul mercato.

Maldini tenta il doppio colpo Okafor-Scalvini - www.interlive.it
Paolo Maldini ©LaPresse

E si: perché non basta solamente soffermarsi sui successi ottenuti da parte del Milan nell’ultimo anno e mezzo, ma bisogna allo stesso modo pensare anche a quanto di buono non è stato fatto da parte dell’intera dirigenza rossonera. Perché diciamo questo? Se non altro per il fatto che i ‘diavoli’ negli ultimi due anni si sono fatti praticamente sfuggire via addirittura tre calciatori a parametro zero, quali: Donnarumma, Calhanoglu – approdato lo scorso anno proprio all’Inter – e per ultimo Kessie. Indubbiamente tutti e tre ottimi atleti e dotati di ottime qualità. A casa Milan dunque, ombreggia ora un cupo e delicatissimo pensiero: ossia quello di poter vedere anche Rafael Leao andar via a zero. A dire la sua su questa vicenda, ci ha pensato però qualcuno un po’ più del mestiere.

Bianchin a Tv Play: “Questione delicata il rinnovo di Leao. A 120 milioni il Milan non può dire di no”

“Un nuovo appuntamento ci sarà sicuramente, anche se mi sembra un po’ troppo complicata la situazione. Ricordo che c’è di mezzo anche la questione Bennacer, seppur un po’ meno preoccupante. Il Chelsea, pur avendo altre priorità al momento, rimane parecchio interessato a Leao. Diventa sempre più probabile l’arrivo di nuove offerte irrinunciabili. A 120 milioni di euro, il Milan non può trattenerlo, altrimenti dovrebbe offrirgli un ingaggio molto alto rispetto a quello attuale”.

Bianchin avverte sulla cessione di Leao - www.interlive.it
Bianchin al telefono a Tv Play (Screenshot Calciomercato.it)

Sono state queste le dichiarazioni rilasciate da parte di Luca Bianchin una volta intervenuto  a ‘Calciomercato.it‘ in onda su Tv Play. E’ stato con queste parole infatti che il giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’ – vicino all’ambiente rossonero tra le tante cose – ha voluto mettere al corrente tutti della situazione di Leao. Le sorprese non sono però finite qui, in quanto, qualora questa cosa della cessione da 120 milioni di euro dovesse essere seriamente confermata, i rossoneri potrebbero finire a quel punto per mettere a segno un doppio colpo da 70 milioni e nel quale rientrerebbe anche un osservato speciale dell’Inter.

Calciomercato Inter, il Milan e quel possibile doppio affare da 70 milioni: nerazzurri in ansia per Scalvini

Con un Leao in questo stato di forma, si fa chiaramente sempre più complicato per il Milan riuscire a resistere agli assalti esteri per il calciatore. Il portoghese sta letteralmente facendo faville in stagione e dopo i 14 gol e 12 assist messi a segno nel corso della scorsa annata, lo stesso numero 17 rossonero è così riuscito a mettere a segno già la bellezza di 7 gol e 9 assistenze in stagione…Ed è proprio da qui che starebbe emergendo fuori un nuovo scenario.

Maldini e il Milan pensano a Scalvini - www.interlive.it
Giorgio Scalvini ©LaPresse

Con un’eventuale cessione di Leao infatti – più verosimilmente a giugno rispetto che a gennaio- il Milan potrebbe anche pensare di arrivare a mettere a segno due colpi: vale a dire Noah Okafor del Salisburgo per l’attacco – con già 10 reti all’attivo tra l’altro – e Giorgio Scalvini dell’Atalanta per la difesa…Il tutto con un budget complessivo da 70 milioni di euro. E’ questa la notizia che sconvolge l’Inter e che qualora dovesse essere confermata appieno, metterebbe Marotta e il resto dei dirigenti nerazzurri in seria difficoltà. Scalvini resta infatti una delle assolute priorità della ‘Beneamata’.