Niente Inter, accordo e firma imminente con l’altra big

0
36

Marotta non agguanta il sostituto per la corsia destra in funzione della partenza di Dumfries, ci pensa la diretta rivale con un accordo degno di nota

In attesa di conoscere altri sviluppi, si spera positivi, sulla vicenda legata al rinnovo di Milan Skriniar per il quale, in ogni caso, la dirigenza s’è detta molto ottimista e vicina alla risoluzione, l’Inter resta vigile in chiave mercato.

Inzaghi e Dumfries in dialogo, cessione Inter
Inzaghi e Dumfries ©LaPresse

Le uscite nel corso della prossima sessione invernale, immediatamente successiva alla conclusione del Campionato del Mondo di Qatar 2022 e concomitante alla ripresa delle ostilità del campionato di Serie A, potrebbero però essere poche se non nulle. Simone Inzaghi avrebbe infatti espresso il desiderio di non privarsi di alcun elemento ritenuto indispensabile per il prosieguo delle attività finalizzate al raggiungimento degli obiettivi stagionali prefissati inizialmente assieme alla presidenza in mano a Zhang. Ciononostante, soltanto nel caso di succulente possibilità, l’amministratore delegato Giuseppe Marotta potrebbe prendere in seria considerazione almeno una cessione di un big in organico.

Oltre a Robin Gosens resta dubbio il futuro di Denzel Dumfries, protagonista sventurato con la Nazionale dell’Olanda arrestata dall’Argentina del sempreverde Messi e il fantasma Lautaro. Il poderoso esterno è nell’orbita dei tanti facoltosi club di Premier League come Chelsea e Manchester United, senza dimenticare il Bayern Monaco in Bundesliga. Per lui, però, ci sarebbero da sborsare almeno 60 milioni di euro. Per poter accedere ad uno sconto già in linea con il suo valore, ciascuna delle pretendenti dovrà aspettare la sessione estiva di mercato di giugno 2023. Intanto, per tutelarsi attivamente in caso di cessione – immediata o futura che sia – l’Inter continua ad essere operativa in fase di valutazione dei profili ideali a prenderne il posto.

Calciomercato, Inter scalzata dalla forte concorrenza

Tra i tanti c’è anche l’esterno della Sampdoria, Bartosz Bereszyński. Quest’ultimo s’è messo bene in mostra nonostante i risultati collettivi non propriamente consoni alle aspettative, ma quanto basta da aver creato dietro di sé una lista di pretendenti.

Bereszyński obiettivo Inter, il Napoli vicino alla firma
Bartosz Bereszyński ©LaPresse

L’Inter dovrà infatti fare i conti con il Napoli che, stando a quanto riportato in esclusiva da ‘calciomercato.it‘, sarebbe vicinissimo a chiudere la trattativa di scambio di prestiti con il giovane Zanoli. In caso di inserimento di una clausola di riscatto, la Sampdoria potrebbe poi decidere di fissare il prezzo intorno ai 10 milioni di euro. A Spalletti, infatti, serve come il pane un sostituto di spessore a Di Lorenzo sulla corsia destra. Questo affare spingerebbe il club nerazzurro a defilarsi immediatamente, per poi fiondarsi sulle alternative. Anche quelle economiche.

Napoli, parentesi Messi-Maradona: il confronto di Morales a TvPlay

Intanto, nella consueta parentesi streaming sul canale di Twitch ‘TvPlay’, il famoso telecronista argentino Victor Hugo Morales – spopolato sui social per il focoso commento tecnico della semifinale Mondiale contro la Croazia – ha commentato le gesta della sua Nazionale nel ricordo del più grande calciatore del Napoli di sempre: Diego Armando Maradona.

Maradona e Messi, il confronto di Morales
Striscioni di Maradona e Messi esposti in Paesi Bassi-Argentina ©LaPresse

Sappiamo cosa significhi lui per tutti noi. Messi però mi continua ad emozionare tantissimo, è la prosecuzione delle gesta di Diego. Messi ricalca una leggenda. Avere due calciatori del genere s’è trattata di una benedizione divina per il calcio argentino. Se Maradona è Dio, Messi è profeta: attorno a lui girano gli apostoli“, ha detto con entusiasmo Morales.