Erede Dumfries: nuovo nome e possibile ritorno di fiamma

0
43

Protagonista al Mondiale in Qatar, il terzino olandese dovrebbe dire addio all’Inter alla fine di questa stagione

L’Inter si sta già portando avanti non solo per il mercato di riparazione di gennaio, ma anche in vista di quello di giugno che potrebbe vedere uno dei big lasciare il club nerazzurro per trasferirsi probabilmente o in Premier League o in Bundesliga.

Denzel Dumfries ©LaPresse

Il futuro societario è sempre un’ipotesi come cantava Ruggeri tanti anni fa e, se da una parte Steven Zhang sembra essere convinto di continuare, le voci di una possibile cessione ogni tanto fanno capolino sui giornali. Da qui a giugno potrebbe succedere di tutto oppure niente, ma in ogni caso è sempre bene avere pronti più piani di emergenza anche per tenere tranquilli i tifosi, visto che bisognerà vedere come prenderebbe la piazza la partenza dell’esterno destro nerazzurro.

Secondo la Gazzetta dello Sport, il rischio che Denzel Dumfries, come era già accaduto ad Achraf Hakimi, possa essere ceduto è molto alto e quindi si cerca di trovare dei validi sostituti per tempo. Sul giocatore olandese è molto forte il Chelsea, che spera di poter usufruire del rinnovo del prestito di Romelu Lukaku per avere una corsia preferenziale sul cartellino del giovane calciatore. Inoltre alla possibile ‘asta’ si sarebbero aggiunte due nuove possibili pretendenti come il Manchester United e il Bayern Monaco.

Calciomercato Inter, post Dumfries: spunta Buchanan

I dirigenti Piero Ausilio e Dario Baccin sono in Qatar per osservare diversi prospetti interessanti. Un nome che è stato aggiunto da poco alla lista dei papabili è quello di Tajon Buchanan. Il calciatore che è in forza al Bruges non è nuovo nella lista dei manager nerazzurri che lo stanno monitorando da tempo.

Tajon Buchanan ©LaPresse

Il discorso invece non è valido per il calciatore marocchino Mohamed Dräger, sul quale i due dirigenti nerazzurri non appaiono troppo convinti. Un profilo che è piaciuto, almeno sul piano della corsa, è il giocatore ecuadoregno Angelo Preciado, che però non sembra avere le fisique du role per sostituire degnamente l’esterno destro olandese.

L’ultimo nome, che però appare abbastanza improbabile è quello di Hans Hateboer dell’Atalanta, ma visto quello che il club meneghino ha dovuto spendere per prendere Robin Gosens, costato tra cartellino e commissioni più di 27 milioni di euro, nonostante tra i due club ci siano in comune non solo i colori sociali ma anche ottimi rapporti, il supermercato della Dea appare un po’ troppo caro per le casse nerazzurre.

Inoltre, come ha concluso il quotidiano sportivo, all’Inter piace parecchio il giovane Scalvini e probabilmente, se dovessero decidere di investire forte su un calciatore, andrebbero sicuramente su questo giovane talento che ha iniziato molto bene la stagione.