Via Gosens, big a costo zero: l’Inter sfida la Juve (e non solo)

0
43

L’esterno sinistro resta sul mercato ma l’Inter è decisa a trovare un rimpiazzo di sostanza, ecco la pista tutta portoghese calcata da altre due realtà di Serie A

Robin Gosens è tornato a calcare i campi di Appiano Gentile assieme al resto del gruppo al seguito di Simone Inzaghi nelle passate settimane, prima di far vela verso l’Isola di Malta dove l’Inter ha iniziato la fase di ritiro come da programma societario.

Gosens verso la Bundesliga, spazio a Grimaldo
Robin Gosens ©LaPresse

Da lui il tecnico piacentino si aspetta ancora tanto in questa stagione, come una sorta di riscatto per quanto scarsamente mostrato nei pochi mesi avuti a disposizione la scorsa primavera, non appena aveva fatto rientro dal terribile infortunio. Certo qualche piccola occasione alla fine l’ha avuta e a dirla tutta, nonostante impegno e dedizione mostrati, non sembra che i risultati siano poi così tanto soddisfacenti. Complice anche il grande stato di forma e la costanza caratteristiche uniche di Federico Dimarco, esterno titolare e imprescindibile per Inzaghi, profilo in continua crescita.

Ed ecco che sul tedesco sono tornate ad aleggiare prepotenti le voci di una cessione come già accaduto per qualche settimana durante la scorsa estate, laddove era stato avvicinato dal Bayer Leverkusen disposto ad accompagnarlo in un clamoroso ritorno nella terra natia, in Bundesliga, suo sogno ancora irrealizzato. Lo stesso club potrebbe riprovarci una seconda volta il prossimo mese, all’apertura dei battenti della sessione invernale di mercato e alle stesse condizioni precedenti. Se non proponendogli addirittura qualcosina di meglio, per convincere la dirigenza nerazzurra a lasciarlo andare e trovarsi qualcosa di consono ai propri desideri. Effettivamente qualcuno ci sarebbe eccome.

Secondo i colleghi de ‘O Jogo’, il terzino sinistro portoghese Grimaldo sarebbe in procinto di lasciare il Benfica il prossimo giugno senza dar modo al club proprietario del cartellino di discutere le condizioni di rinnovo di contratto. Al momento infatti ci sarebbe troppa distanza tra domanda e offerta d’ingaggio, quest’ultima vicina ai 4 milioni di euro attualmente percepiti e risultati insufficienti per procedere facilmente alla risoluzione della controversia.

Calciomercato, Gosens lascia il posto a Grimaldo: concorrenza in Serie A

Dall’Italia, si scrive, ci sarebbero diversi club disposti ad innalzare tali promesse pur di averlo con sé. Oltre all’Inter ci sarebbero anche Juventus e Napoli, avvantaggiato dal grande momento di forma che sta attraversando in campionato sotto l’attenta guida di Luciano Spalletti.

Grimaldo verso l'Inter
Alejandro Grimaldo ©LaPresse

Certo sostituire Alex Sandro da una parte e Mario Rui dall’altra sarebbe per le due rivali un pizzico più semplice perché palesemente adatte alla disposizione tattica con difesa a quattro, rispetto ai nerazzurri che invece richiedono un profilo completo sia in fase offensiva che di ripiegamento. Da questo punto di vista Gosens, rispetto a Grimaldo, è sempre stato un pizzico più completo. Ma al di là dei tecnicismi qualitativi, c’è da considerare anche l’aspetto economico: il primo lascerebbe l’Inter generando un introito, l’altro entrerebbe a parametro zero. Il sogno del calciatore, però, è tutt’altro che vicino alla Serie A. Per lui, infatti, ci sarebbe solo e soltanto Barcellona all’orizzonte.

Grimaldo-Barcellona e la sentenza del Tribunale UE contro la Superlega

A proposito di Barcellona, il club gestito dal presidente Joan Laporta ha ribadito di recente la propria posizione sulla questione legata alla creazione della Superlega, cui la stessa Juventus vorrebbe far parte.

Laporta sulla Superlega
Joan Laporta ©LaPresse

Nei prossimi giorni, riportano i colleghi di ‘calciomercato.it‘, è fissata la sentenza del Tribunale dell’Unione Europea con l’accusa di aver presentato un progetto di creazione contrario ai dettami di FIFA e UEFA, uniche organizzazioni autorizzate alla creazione o modifica di qualunque tipo di competizione internazionale ufficiale.