Base da 4 milioni netti: l’Inter accelera e ‘beffa’ Conte

0
839

Il club nerazzurro non vuole lasciarsi sfuggire il diritto di prelazione sul centrale difensivo, ecco il piano perfetto per contrastare gli assetti di Conte

Sin dai tempi della Juventus, Antonio Conte è sempre stato accontentato sul mercato per rendere il suo organico quanto più completo e performante possibile. Non è un caso che si sia ritrovato profili di spessore anche all’Inter, così come al Tottenham.

Niente Bastoni, Conte a secco
Antonio Conte ©LaPresse

E proprio sulla panchina dei londinesi il tecnico ha massimizzato il suo impegno, promettendo di mettere in piedi una squadra che potesse competere senza fatica sia in Premier League che in Champions League contro le altre grandi realtà europee. Un plauso anche al lavoro svolto da Fabio Paratici, tralasciando il suo coinvolgimento nello scandalo plusvalenze che ha colpito la Juventus nelle ultime settimane, per aver coadiuvato Conte in ogni movimento di mercato. Dalla Serie A sono stati prelevati profili importanti come Kulusevski e Bentancur, ma questa fase di ‘risucchio’ di talenti potrebbe procedere ancora in futuro.

Come noto, Conte avrebbe inviato i propri osservatori a tenere d’occhio le prestazioni di Lautaro Martinez, Nicola Barella ma soprattutto Alessandro Bastoni. Su questi tre profili il tecnico salentino vorrebbe costruire l’undici del futuro, ma averli tutti e tre con sé è cosa pressoché impossibile per via dell’immenso esborso economico alla base dell’operazione. Semmai, quel che Paratici potrebbe garantirgli è soltanto uno di questi. La scelta, con ogni probabilità, ricadrebbe ancora una volta sul difensore azzurro.

Il Tottenham mostra infatti da diversi anni una importante criticità nel reparto arretrato e il mancino cremonese farebbe al caso suo, come dimostrato dai diversi contatti che lo stesso Bastoni ha ammesso esserci stati tra lui e Conte nel recente passato. La fortuna, racconta il difensore, è che sia poi rimasto all’Inter scalzando la concorrenza. Ma non si può mai dormire sereni. Il pericolo che la dirigenza ceda alle avances dell’ex tecnico nerazzurro, magari al rialzo, è sempre dietro l’angolo. C’è solo un modo utile per evitare che tutto l’impegno mostrato sinora per trattenerlo sfumi nel nulla: affrettare la pratica di rinnovo del contratto.

Calciomercato, l’Inter blinda Bastoni e spezza il sogno Conte

Bastoni è infatti in scadenza nel giugno del 2024 ma secondo quanto detto da ‘Tuttosport’, l’Inter avrebbe in mente di chiudere la trattativa entro e non oltre la fine dell’anno solare promettendogli nuove condizioni d‘ingaggio a circa un milione di euro d’aumento, raggiungendo la cifra di 4 milioni di euro all’anno.

Bastoni rinnova, niente Tottenham
Alessandro Bastoni ©LaPresse

Il calciatore riconosce l’immenso potere economico delle realtà inglesi soprattutto in questo preciso momento storico, con numerosi fondi pian piano dimostratisi veri avvoltoi e dispensatori di montagne di utili in bilancio a seguito delle acquisizioni societarie recenti. Questo significherebbe avere un ingaggio nettamente superiore a quanto la ‘modesta’ Inter potrebbe offrigli. D’altro canto però subentra il discorso fiducia e legame ad un club che lo ha aiutato a crescere professionalmente come in pochi avrebbero fatto. Questo patto di sangue, questa promessa fraterna, potrebbe essere dunque l’uno filo indissolubile che permetterà a Bastoni di legarsi ancora una volta attorno al destino del club nerazzurro per i prossimi anni. Non resta che attendere, nelle prossime settimane, l’ufficialità della firma.