Lautaro dal connazionale: 100 milioni e investimento da sogno

0
7108

Il centravanti argentino ha ricevuto esplicite avances da parte del tecnico connazionale alle prese con la liberazione di un posto nel reparto offensivo

Lautaro Martinez ha conquistato una storica vittoria nella finale della Coppa del Mondo assieme all’uomo delle meraviglie Lionel Messi, contro la Francia di un insaziabile Kylian Mbappé che ha dichiarato – a mezzo di un post sul proprio profilo Instagram – la voglia di ritornare più carichi di prima.

Lautaro in dribbling tra Inter e Atletico
Lautaro Martinez ©LaPresse

A seguire, il centravanti argentino ha trascorso le vacanze natalizie in famiglia prima di far rientro alla base di Appiano Gentile dove ha ritrovato tutto il resto del gruppo che prima di lui aveva ripreso gli allenamenti di preparazione alle ostilità del campionato di Serie A, in programma mercoledì sera contro il Napoli. E proprio contro il club partenopeo servirà al tecnico Simone Inzaghi il miglior Lautaro: colui che non si è ben visto al Mondiale, colui che sa quando e dove colpire in collaborazione con il gigante belga Romelu Lukaku a ricomporre la magica ‘Lu-La’. Intanto, però, si intensificano le voci di trasferimento sul suo conto marciando sull’idea che abbia voglia di cambiare aria in seguito all’ennesimo traguardo raggiunto con la Nazionale argentina di Scaloni.

Secondo gli ultimi aggiornamenti di mercato ma come già volte anche ribadito dall’agente del calciatore, Alejandro Camano, Lautaro non avrebbe alcuna intenzione di lasciare Milano senza aver compiuto assieme al resto del gruppo qualche altro miracolo sportivo come quello di un paio di stagioni fa. L’importanza che riveste negli schemi di Inzaghi è ormai certa, ma il sentimento non può avere lo stesso significato anche per la dirigenza nerazzurra che invece deve tenere a mente dapprima gli interessi della società nella sua interezza. Anche se questo dovesse significare, come da politiche interne, cedere il cartellino di uno dei big della squadra a qualche superpotenza europea. Su di lui, oltre ai soliti nomi noti, ci sarebbe anche quello di Diego Simeone dell’Atletico Madrid.

Calciomercato, Lautaro sogno di Simeone privo di Joao Felix

In Spagna si parla di una fiamma mai sopita per il centravanti argentino da parte del tecnico connazionale, soprattutto adesso che nelle intenzioni del club madrileno ci sarebbe l’idea di vendere il portoghese Joao Felix per una cifra vicina ai 100 milioni di euro verso Chelsea o Manchester United.

Joao Felix scaricato dall'Atletico, spazio a Lautaro
Joao Felix ©LaPresse

La modalità di cessione è ancora incerta, sebbene la dirigenza preveda che possa trattarsi di prestito con obbligo di riscatto. Parte del ricavato di questo prezioso bottino potrebbe poi essere reinvestita sul mercato per un profilo proprio come quello di Lautaro Martinez, il cui valore oggi si attesta intorno agli 80 milioni. Questa possibile conseguenza andrebbe tuttavia applicata a partire dallo scoccare della sessione estiva di mercato.

Lautaro tra presente e futuro: il ‘Toro’ è carico e l’Inter punta a trattenerlo, ma…

Una cosa è certa: Lautaro Martinez non poteva chiedere di più dal suo primo Mondiale. E’ stato proprio nella cornice di pubblico del Qatar che il ‘Toro’ si è così laureato come campione del Mondo assieme alla sua Argentina. Un traguardo voluto e a lungo desiderato, anche se resta da dover ugualmente sottolineare il fatto che l’attuale centravanti dell’Inter non ha potuto dare tutto il contributo che si augurava inizialmente.

Lautaro tra presente e futuro: l'Inter vuole tenerlo ma a 100 milioni non direbbe di no
Lautaro Martinez ©LaPresse

Agli acciacchi iniziali hanno, non a caso, fatto seguito alcune panchine di troppo in sfavore del numero 22 de ‘La Albiceleste’. Nonostante questo però, Lautaro Martinez è, per quel poco che ha potuto, comunque riuscito ad incidere: proprio come certificato anche dal rigore decisivo siglato ai quarti contro l’Olanda e dall’assist fornito a Messi in finale. E’ proprio da lì dunque, che emerge fuori tutta la voglia di voler dimostrare da parte dello stesso classe ’97, che tra le tante cose, ha ora intenzione di conquistare qualche altro nuovo trofeo assieme all’Inter.

Il numero 10 della ‘Beneamata’ ha fame ed è ora concentrato a rientrare al meglio in questa seconda parte di campionato, dove però, partirà quasi sicuramente dalla panchina nella supersfida contro il Napoli…Lasciando così spazio a Lukaku e Dzeko dal 1′. Conoscendo comunque il ‘Toro’, si è allo stesso tempo certi che l’ex Racing Club sarà comunque in grado di rivelarsi all’altezza della situazione, terminando al meglio la stagione con l’Inter. Da qui il punto sul suo futuro.

Tutto l’ambiente nerazzurro stima da moltissimo tempo Lautaro, al punto che l’intera società della ‘Beneamata’ gli affidò ugualmente all’epoca la maglia numero 10 (quando il calciatore aveva ancora ventun anni). Il centravanti argentino è tutt’oggi ritenuto al centro del progetto nerazzurro: con Marotta e Ausilio che puntano a farlo restare a lungo a Milano. Nonostante questo però, visti i problemi economici con cui l’Inter ha ormai da tempo a che fare, nel caso in cui dovesse arrivare dalle parti di Appiano un’offerta verosimilmente attorno ai 100 milioni di euro, Zanetti e la restante parte della truppa interista finirebbero col farci comunque su un pensierino. Diego Simeone e Antonio Conte su tutti lo stimano moltissimo al punto che vorrebbero averlo, non a caso, al proprio fianco.