Spalletti avvisa: “L’Inter un top club. Vi dico invece cosa penso su Sozza”

0
23

Il tecnico del Napoli dice tutto a proposito del big match di domani contro l’Inter. Da Kvaratskhelia a Rrahmani e non solo. Il focus su entrambe le squadre

Torna la Serie A con l’Inter impegnata domani sera nel suo quinto big match di campionato. Inzaghi e i suoi troveranno difronte a sé Luciano Spalletti ed il suo Napoli, vera e propria schiacciasassi di questo torneo…Perlomeno fino a questo momento.

Spalletti dice tutto in conferenza su Inter-Napoli
Luciano Spalletti ©LaPresse

Vietato sbagliare per gli attuali vice campioni d’Italia, che per via de 5 ko rimediati sino ad ora in campionato, non possono più concedersi alcun passo falso. Perché questo? Se non altro per il fatto che i nerazzurri distano già di undici lunghezze dal Napoli e come se tutto questo non fosse già abbastanza, qualora l’Inter non dovesse fare bottino pieno, i ‘partenopei’ finirebbero per mettere a quel punto un’ipotetica vittoria sul campionato. Nonostante questo però, Spalletti sa bene che avrà difronte a sé una vera e propria corazzata, al punto che ha già messo in allerta la propria squadra e non solo.

Spalletti in conferenza: “L’Inter ha grandi capacità. Hanno fatto investimenti top. Vi dico la mia su Sozza”

“Negli ultimi 3 anni e mezzo hanno fatto investimenti importantissimi. L’Inter è una squadra di livello top: che sa non soltanto chiudersi, ma che lascia anche il doppio centravanti contro i nostri due centrali di difesa. Dovremo restare attenti, sanno come essere pericolosi e ripartire molto velocemente”.

Spalletti avvisa i suoi e dice la propria su Sozza
Luciano Spalletti ©LaPresse

Così il tecnico toscano ha parlato direttamente in conferenza stampa a proposito della sua ex squadra, soffermandosi però anche su altri importanti temi. “Durante questa sosta abbiamo fatto tutto quello che bisognava fare. Abbiamo lavorato bene e per noi non è un ripartire, siamo rimasti con la testa proprio dove ci eravamo lasciati. Kvaratskhelia è un valore aggiunto, così come Lobotka. Rrahmani è rimasto fermo a lungo e andrà giudicato nelle prossime uscite. Sozza? Credo che dovremmo imparare a comportarci tutti meglio. Bisognerebbe cambiare il proprio modo di pensare. E’ una cosa che va eliminata”.