Da 15 a 40 milioni: Inter, che rimpianto!

0
27

Un altro rimpianto si aggiunge alla lunga lista degli affarti sfumati per l’Inter gestita dalla proprietà cinese

Con la gestione Zhang, l’Inter ha messo a segno affari che resteranno nella storia (Lukaku, Lautaro, Barella) e altri che provocano ancora oggi un certo imbarazzo (Gabigol, Dalbert, Correa…).

Zhang rimpianto
Zhang ©LaPresse

Lunghissimo è invece l’elenco dei possibili o conclamati crack che l’Inter ha sfiorato e non è riuscita a portare a termine, per decisioni sbagliate, sfortuna o limiti di budget. L’ultimo rimpianto dell’Inter ha a che fare con l’esplosione in Francia del nazionale ivoriano ed ex Udinese Seko Fofana.

Fofana è oggi considerato uno dei migliori centrocampisti della Ligue 1. C’è infatti chi lo paragona a Yaya Tourè e chi a Patrick Vieira. All’Inter hanno invece avuto paura che potesse essere un nuovo Kondobia. Con il suo fisico statuario abbinato a una meravigliosa agilità, Fofana è destinato a fare grandi cose. Può occupare la posizione solita del centrocampista centrale o muoversi come trequartista. In ogni caso può fornire strappi incredibili grazie alla velocità di esecuzione e di interdizione.

Piaceva molto ad Antonio Conte, che in lui rivedeva forse un giovane e più tenace Paul Pogba. E ora piace a tutti i top club europei…

Rimpianto Inter: l’esplosione di Seko Fofana

Nato a Parigi, da genitori di origini ivoriane, dal 2017 il ragazzo gioca per la nazionale africana pur avendo militato in tutte le selezioni giovanili della nazionale francese.

Fofana trascina il Lens in Ligue 1
Seko Fofana ©LaPresse

Esplose nel Bastia, poi nel 2016 venne acquistato per 3,8 milioni di euro dall’Udinese. A fine settembre, in Palermo-Udinese terminata mise a segno una doppietta. Poi nel marzo 2017, nella partita contro la Juventus, rimediò un frattura del perone, dopo lo scontro con Alex Sandro. Già a quel tempo l’Inter lo teneva d’occhio.

Pare che nell’estate 2020 Piero Ausilio fosse riuscito ad accordarsi con l’Udinese per prenderlo con un prestito oneroso più riscatto. Un’operazione complessiva che sembra divesse aggirarsi intorno ai 13 milioni. Zhang, non si sa bene perché, decise di non chiudere l’affare, e intanto sul centrocampista piombò anche il Milan. Alla fine, però, Fofana andò al Lens. Si trasferì a titolo definitivo al Lens per 15 milioni di euro e firmò un contratto quadriennale.

Ma davvero Ausilio aveva praticamente in mano il ragazzo nato a Parigi? Non ci sono certezze. Ma se nel 2020 c’era stata sul serio la possibilità che passasse dall’Undinese ai nerazzurri per meno di una quindicina di milioni, ora l’Inter deve considerarlo un enorme rimpianto. Innanzitutto non sappiamo se sia stato proprio Zhang a bloccare l’affare. Potrebbe anche darsi che sia stato Seko Fofana a voler tornare in Francia. Fatto sta che al Lens, il ragazzo, sta incantando.

Per i giornalisti sportivi transalpini, da solo, ha praticamente distrutto il PSG nell’ultima sfida di Ligue 1. E oggi il ragazzo vale dai 30 ai 40 milioni.

L’anno scorso ha giocato 38 partite e ha segnato 8 goal. Quest’anno ha già segnato tre volte. E sta trascinando la sua squadra in cima alla classifica francese.

Il 2023 del PSG è cominciato malissimo proprio per colpa del nazionale ivoriano. Il Lens, che ormai è la vera rivale dei parigini in Ligue 1, ha sconfitto la squadra di Mbappé per 3-1 grazie alle prestazioni super di Seko Fofana e Openda.

Perché Fofana non arrivò all’Inter

Nella stagione 2019-2020, con l’Udinese, il giocatore ivoriano si mise in evidenza come calciatore più interessante e costante della squadra friulana. E per questo attirò le attenzioni di molte squadre di Serie A: l’Inter, l’Atalanta e il Milan. Ma a sorpresa Fofana rifiutò tutte queste big e la possibilità di giocare in Champions per andare al Lens appena promosso in Ligue 1.

Seko Fofana nel Lens
Fofana ©LaPresse

Quella scelta al tempo poco comprensibile, oggi, sembra un’indovinata scommessa. Quel Lens è ora secondo in Ligue 1, e mette paura al Paris Saint-Germain. E Seko è divenuto capitano e punto di riferimento della squadra.

Le sue prestazioni lo hanno però di nuovo messo in mostra, e ora proprio il PSG potrebbe prelevarlo a giugno. Il prezzo? Più di 30 milioni, dicono i francesi.