UFFICIALE rottura al legamento: nuovo affare Inter-Torino

0
21

La difesa dell’Inter continua ad incassare troppi gol. A fine stagione andranno fatte riflessioni e un nuovo centrale potrebbe stuzzicare proprio dalla Serie A

Tra i dati meno incoraggianti e che più fanno riflettere di questa stagione dell’Inter c’è sicuramente il rendimento della difesa, ben lontano soprattutto dai tempi in cui in panchina c’era Antonio Conte. Troppi gol subiti, soprattutto fuori casa.

Dalla Serie A il difensore per Inzaghi: l'ideale per giocare a tre
Simone Inzaghi ©LaPresse

Già 20 i gol incassati dall’Inter lontano da San Siro, quando la tenuta difensiva sembra sgretolarsi con una facilità disarmante e che inevitabilmente incide anche sul rendimento complessivo e sui risultati. I nerazzurri a Monza hanno infatti fatto registrare altre due reti subite confermando numeri horror lontano da casa, con un trend preoccupante per differenza di rendimento della linea arretrata tra quando si gioca a San Siro e quando invece ci si incammina per una trasferta.

Quasi inspiegabile questo dato che preoccupa Inzaghi e l’Inter che dovrà cambiare marcia sotto ogni punto di vista per trovare la continuità necessaria per rientrare nella corsa ad obiettivi importanti. Molto dipende dal gioco dell’intera squadra anche se poi si fa spesso riferimento ai singoli che compongono il reparto. Skriniar è impegnato sul fronte rinnovo, idem per de Vrij che da centrale ha il futuro molto incerto considerando anche la concorrenza di Acerbi, mentre Bastoni sembra rientrato sui suoi livelli.

Calciomercato Inter, dopo Bremer un’altra idea difensiva dal Torino: Schuurs sta crescendo in Serie A

La scorsa estate la difesa sembrava dover cambiare con Bremer come eventuale erede soprattutto di Skriniar. La storia è andata verso altri lidi e decisioni ma la prossima estate non sono escluse partenze e complessivamente ritocchi alla struttura del reparto.

Dalla Serie A il difensore per Inzaghi: l'ideale per giocare a tre
Schuurs ©LaPresse

Potrebbe servire per il prossimo futuro soprattutto un difensore centrale che possa ringiovanire il reparto e ben adattarsi al contesto della difesa a tre, ben diversa dai movimenti e i meccanismi di quella a quattro. In questo senso, come riporta ‘Tuttosport’, l’Inter è tornata a guardare ancora una volta in casa Torino.

Questa volta l’ipotesi stimolante è rappresentata da Perr Schuurs che arrivato dall’Ajax ha preso quasi subito le misure al campionato italiano mostrando sicurezza e valore. Centrale della difesa a 3 di Juric può essere ideale per età, ingaggio, impatto con la Serie A, margini di miglioramento e soprattutto conoscenza del modulo, requisito minimo e fondamentale per poter entrare quanto prima nei meccanismi complessi del reparto.

La crescita dell’olandese è sotto gli occhi di tutti e non è da escludere che l’Inter possa osservarne dalla distanza i progressi.

Lazaro nell’affare Schuurs: 40 giorni di stop per l’austriaco

Nell’operazione Schuurs, l’Inter potrebbe provare a inserire il cartellino di Valentino Lazaro per il quale il Torino vanta un diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro.

Calciomercato Inter, Schuurs nel mirino: Lazaro possibile contropartita
Lazaro in azione contro l’Inter ©LaPresse

A proposito dell’esterno austriaco, purtroppo gli esami strumentali hanno evidenziato “una lesione di alto grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro“. Dovrà stare ai box per almeno 40 giorni.

Oggi esami per Barella e Calhanoglu: turco a rischio per la Supercoppa

Esami strumentali verranno effettuati anche da Nicolò Barella e Hakan Calhanoglu, usciti malconci dalla gara di sabato col Monza. Non ci sono preoccupazioni per la mezz’ala sarda, mentre per il turco esiste sì un po’ di apprensione poiché il problema accusato all’anca non sarebbe di lieve entità.

Calhanoglu a rischio per la Supercoppa col Milan
Calhanoglu in azione ©LaPresse

Calhanoglu è destinato a saltare anche il match di campionato contro il Verona e, al momento, è pure a forte rischio per la Supercoppa contro l’ex Milan del 18 gennaio.