Proposta indecente: all’Inter il ‘bidone’ bianconero

0
5142

Premio a dir poco imbarazzante per lui. Uno juventino potrebbe ora essere proposto anche all’Inter. Nel frattempo i nerazzurri fanno già sapere la propria

Di misura, ma l’Inter torna finalmente alla vittoria anche in campionato. E’ stato, infatti, nella serata di sabato sera che i nerazzurri sono così riusciti a spuntarla sulla squadra di Marco Zaffaroni, uscita sconfitta per 1-0 da quel del ‘Meazza’.

Lautaro Martinez ©LaPresse

A condannare i gialloblu, ci ha, non a caso, pensato il solito Lautaro Martinez con una splendida rete siglata nei primi 3′ di gara. Comprensibile la gioia dei nerazzurri a fine gara, che ora saranno di scena a Riyad nel prossimo mercoledì sera contro il Milan: il tutto in occasione della finale di Supercoppa Italiana. A prescindere da tutto questo però, nel mentre Inzaghi e tutto il resto del suo staff tecnico si trovano impegnati a dare le giuste direttive sul campo, c’è, allo stesso tempo, l’intera dirigenza nerazzurra che continua a gettare un occhio anche sul mercato. Da qui urge, poi, fare una precisazione importantissima.

Salvo clamorosi colpi di scena, infatti, non ci sarà alcun investimento di rilievo da parte della ‘Beneamata’ (che occupa ora il terzo posto, a pari punti con la Juve). I bianconeri poi, ad eccezione dei nerazzurri, hanno speso ‘fior di quattrini’ nel corso della passata estate: senza raccogliere però, perlomeno fino ad ora, gli esiti in cui speravano in precedenza. Fatta eccezione per tutti quelli che sono stati i colpi in entrata, Allegri e i suoi hanno avuto anche la possibilità di arrivare a privarsi di alcuni giocatori ritenuti, ad oggi, fuori dal progetto tecnico bianconero. Su tutti, pensiamo in primis a Zakaria e Arthur. Proprio quest’ultimo, non a caso, ha da poco ricevuto un riconoscimento tutt’altro che ambito.

Arthur ‘premiato’ come miglior ‘Calciobidone: la sua avventura al Liverpool era e resta a dir poco disastrosa

Accasatosi ai ‘Reds’ nel corso della scorsa estate, tramite prestito, Arthur Melo ha detto, perlomeno al momento, addio alla Juve (club che ne detiene il suo cartellino). Nonostante questo però, il centrocampista brasiliano non ha raccolto, a suo discapito, alcuna soddisfazione in questo avvio di stagione con questa nuova maglia.

Arthur riceve il titolo di 'Calciobidone' 2022
Arthur (credits: profilo Instagram)

3 sole presenze tra: Coppa d’Inghilterra, Champions e, addirittura, Premier League 2 per l’ex Barcellona. Numeri a dir poco imbarazzanti per lui, che l’hanno poi portato ad essere nominato il vincitore dell’edizione 2022 del Calciobidone. Il cosiddetto titolo, tutt’altro che ambito, non è altro che un premio curato dal sito ‘Calciobidoni.it’: riservato, nientemeno, che al peggior straniero della Serie A (il tutto nell’annata appena trascorsa). Basti pensare al fatto, poi, che assieme a lui c’era anche Aaron Ramsey come altro possibile candidato – uscitone vincitore nel 2021 – ma anche la vecchia conoscenza della nostra Serie A Aleksandr Kokorin (piazzatosi al terzo posto).

Nonostante tutte queste pessime note di rilievo però, lo stesso, ora come ora, ex juventino potrebbe anche finire per essere proposto all’Inter…Rischiando seriamente di riapprodare così in Italia.

Calciomercato Inter, ‘tentazione’ Arthur per i nerazzurri: Marotta e i suoi fanno sapere la loro

Per via di tutto quello che stanno riservando le ultimissime annate nei confronti di Arthur Melo, qualcuno a lui molto vicino – tutt’ora in contatto con l’Inter, tra l’altro – potrebbe finire per fare una cosa poco apprezzata dai tifosi interisti.

Pastorello potrebbe finire per offrire Arthur all'Inter
Arthur (credits: profilo Instagram)

Direttamente nei colloqui che a breve si rinstaureranno da punto e accapo tra l’Inter e Federico Pastorello – il tutto per l’eventuale rinnovo di de Vrij – il suo agente appena sopraccitato, nonché lo stesso di Arthur, potrebbe finire per offrire il brasiliano ai nerazzurri (anche in vista di giugno, in alternativa). L’operazione resta, al momento, pressoché complicata…Non soltanto per il fatto che il giocatore resta, ad oggi, ancora di proprietà della Juve, ma anche per il fatto che l’Inter è, al momento, completamente coperta in quella zona di campo.