Depay all’Inter con lo scambio: arriva l’annuncio ufficiale

0
16

L’agente di Depay esce allo scoperto e dice tutto a proposito della proposta di scambio con Correa. L’annuncio ha del clamoroso. Ecco come stanno le cose

A pochi giorni dalla finale di Supercoppa con il Milan, l’Inter ne è uscita vincitrice nello scorso sabato, a differenza dei rossoneri che hanno pareggiato col Lecce, da quel del ‘Meazza’ contro il Verona di Marco Zaffaroni. Un match che, proprio come testimoniato dal risultato finale di 1-0, ha sostanzialmente deluso le aspettative ed ora vi spieghiamo per bene il perché.

Sacchi su Inzaghi: "Umiliante vedere l'Inter in quel modo col Verona"
Simone Inzaghi ©LaPresse

In tanti si aspettavano, infatti, una prestazione un po’ più ‘dominante’ da parte dell’Inter: cosa che invece non c’è stata. Dopo il vantaggio iniziale infatti, con la prima ed unica rete messa a segno da Lautaro Martinez al 3′, i nerazzurri si sono in più e più circostanze abbassati, lasciando, da lì in poi, il pallino del gioco in mano ai veronesi. A differenza di quanto accaduto col Monza circa una settimana fa, questa volta, il risultato ha dato ragione alla squadra di Inzaghi…Facendo sorgere però, giustamente oserei dire, alcune polemiche a riguardo.

Il primo ad essersi detto sorpreso dell’accaduto, è stato proprio l’ex allenatore di calcio Arrigo Sacchi. Intervenuto direttamente ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ora come ora opinionista sportivo, ha detto la propria su tutta una serie di temi…Soffermandosi, poi, anche sull’imminente finale di Supercoppa contro il Milan. “Duole dirlo, ma l’Inter la trama non ce l’ha: punta quasi tutto sul tatticismo. Sabato hanno giocato contro una squadra inferiore e, dopo la rete dell’1-0, hanno completamente lasciato la gestione del gioco in mano al Verona. Questa cosa è a dir poco umiliante, sia per i giocatori, che per i tifosi. Aggiungo che Inzaghi è in tutto e per tutto un tattico: gioca sull’errore dell’avversario. Ok, anche Pioli lo era, ma ora si è completamente evoluto, diventando finalmente uno stratega”.

Sacchi ha poi così proseguito infine: “Per il derby di Supercoppa, invece, vedo l’Inter favorita rispetto ai rossoneri. I nerazzurri hanno valori individuali superiori rispetto a quelli di Leao e compagni”. Proprio a proposito di questa cosa, dunque, è cosa buona e giusta sottolineare il fatto che la ‘Beneamata’ abbia fatto, in tutti questi ultimi anni, acquisti un po’ più onerosi rispetto a quelli compiuti da parte di Maldini e dell’intera dirigenza del ‘Diavolo’. Il tutto è poi testimoniato, tra l’altro, dal fatto che Marotta e i suoi siano, ora come ora, alla ricerca di un nuovo attaccante…Con la trattativa CorreaDepay che continua a far discutere (ed anche parecchio). Ecco, quindi, l’annuncio rilasciato da parte dell’agente dell’olandese.

Ledure non ha dubbi: “Nessuna trattativa tra Inter e Barcellona per Depay. Confermo il tutto”

Nelle scorse ore si è parlato moltissimo di un potenziale scambio tra Inter e Barcellona con Correa per Depay (a prescindere da quello con Kessie e Brozovic). L’idea ha subito allettato migliaia e migliaia di tifosi interisti, ma a loro malgrado, ci sono già alcune dichiarazioni, non più così bomba per loro, rilasciate direttamente dall’agente del calciatore.

Depay-Correa: l'agente Ledure smentisce il tutto
Memphis Depay in azione ©LaPresse

Una volta intervenuto a ‘Calciomercato.it‘, l’agente di Memphis Depay – nient’altro che Sebastien Ledure, lo stesso di Lukaku per intenderci – ha parlato a proposito dell’eventuale scambio nel quale rientrerebbe il suo assistito in cambio di Correa…Smentendo, in sostanza, il tutto. “Posso confermare che non c’è nessuna trattativa in corso“. E’ vero, l’olandese è in scadenza di contratto e, allo stesso tempo, ritenuto al difuori del progetto tecnico ‘blaugrana’, ma questa cosa non lo porterà comunque, perlomeno al momento, a vestire i colori dell’Inter.

A dirla tutta però, oltre al fatto che i nerazzurri continuino tutt’ora ad osservare la situazione dell’ex Lione in vista di giugno, resta da dover sottolineare, ugualmente, il fatto che il classe ’94 fu comunque vicinissimo, nella scorsa estate, a vestire i colori della Juventus: club che poi preferì virare su Milik. A proposito dei bianconeri ora, ecco un annuncio che ha, letteralmente, del clamoroso sulla ‘Vecchia Signora’.

Venditti a Tv Play: “Conte il primo della lista che ha in mano la Juve. Vi dico come stanno le cose”

Intervenuto direttamente ai microfoni di ‘Calciomercato.it‘, trasmissione condotta in onda su Tv Play, il conduttore di ‘Telelombardia’ e non solo, Marco Venditti, ha parlato a proposito della situazione riguardante la Juventus…Soffermandosi poi, soprattutto, sul futuro della panchina dei bianconeri.

Parla Venditti: "Conte il primo nome per la panchina della Juve"
Antonio Conte ©LaPresse

“Vi dico solamente che Conte è il primo candidato della lista a potersi sedere sulla panchina della Juventus. Questo è tutto quello che so. Occhio a cosa potrebbe accadere a giugno”. Con queste parole, dunque, lo stesso Venditti ha, più e più volte, voluto sottolineare il fatto che, in vista dell’estate prossima, potrebbero esserci clamorosi cambiamenti alla guida tecnica della ‘Vecchia Signora’.