Interlive | 10 milioni per il colombiano: ufficiale l’approdo in Premier

0
11

L’Inter aveva pronti 10 milioni per prendere un giovane calciatore colombiano. Secondo gli esperti, uno dei migliori classe 2003. A quanto pare, l’affare era quasi fatto

Un centravanti, assai forte fisicamente, bravo di testa e veloce. Abile anche come esterno. Jhon Duran è stato inserito nel 2020 nella prestigiosa lista stilata dal The Guardian dei migliori sessanta calciatori nati nel 2003. Poteva essere nerazzurro.

Marotta perde il colombiano
Marotta ©LaPresse

Cresciuto nel settore giovanile dell’Envigado, il colombiano ha debuttato in prima squadra nel febbraio 2019, cioè all’età di soli quindici anni. Pochi mesi più tardi, a settembre seguente, ha realizzato la sua prima rete in carriera. Nel gennaio del 2021 è stato preso dai Chicago Fire, con cui ha giovato 28 partite e segnato otto volte. Schierato prima come seconda punta, si è poi imposto come esterno destro nel tridente d’attacco.

E adesso Jhon Duran è ufficialmente dell’Aston Villa. Stando alle informazioni raccolte in esclusiva da Interlive.it, per il promettente bomber sudamericano si era fatta avanti anche l’Inter nel mese di dicembre, con la benedizione formale di Beppe Marotta. I nerazzurri avevano prospettato per il colombiano una spesa di 10 milioni.

Come mai l’affare non si è concretizzato? Fondamentalmente perché i Chicago Fine volevano incassare intorno ai 20 milioni di dollari. E poi perché per il giovane calciatore c’era già una concorrenza pazzesca. Duran piaceva molto al Benfica e a varie squadre di Premier. In Inghilterra hanno forse creduto di più nell’affare e nelle prospettive di questo talento in erba. A un certo punto anche il Liverpool ha sondato il ragazzo. E alla fine Duran si è trasferito proprio in Inghilterra, all’Aston Villa. L’affare si è chiuso a circa 16,6 milioni di euro più 3,6 milioni di bonus.

Offerti 10 milioni per il colombiano: l’Inter perde Duran 

L’Aston Villa schiererà il giovanissimo Jhon Jader Duran Palacio come ala e probabilmente lo testerà subito come titolare. Il ragazzo piace moltissimo a Unai Emery. Piace anche molto in Colombia, dove lo ritengono uno degli assi del futuro della nazione. Duran ha rappresentato la sua nazione nell’under 17 al Campionato sudamericano del 2019. Ha esordito in nazionale con la nazionale maggiore contro il Guatemala nel settembre 2022.

Duran all'Aston Villa
Jhon Duran (captured)

A oggi ha già tre presenze nella squadra senior de La Tricolor ed è un membro importantissimo per l’Under 20. In MSL ha giocato anche come esterno a tutta fascia, mentre in nazionale viene schierato come attaccante.

Per i dirigenti dell’Inter i 10 milioni da investire sul colombiano sarebbero stati un affare anche per la sua versatilità. In pratica, Inzaghi avrebbe potuto provarlo anche come vice-Dumfries. Potente e veloce, il ragazzo può infatti combinare molte cose interessanti sulla fascia. Il meglio di sé, comunque, lo ha offerto in attacco, anche grazie a un buon istinto del goal e a un ottimo gioco aereo.

Perché Duran piaceva tanto all’Inter

Come attaccante, Duran ricorda un po’ Tammy Abraham, sia per fisico che per gioco (è bravo sulle sponde). All’Aston Villa, come già anticipato, comunque, dovrebbe giocare più esterno, in modo da sfruttare anche la velocità.

La promessa colombiana all'Aston Villa
Duran ©LaPresse

L’acquisto del colombiano da parte dei Villans non delude solo l’Inter ma anche il Liverpool e il Machester United. Ma pare che Duran abbia voluto scegliere un club in cui gli fosse garantito un po’ di minutaggio.

Ora l’Aston Villa ha confermato l’accordo sui social media, rivelando tuttavia che il giocatore deve ancora superare le visite mediche. In più Duran deve anche sottoscrivere il contratto con con il club e ottenere il visto di lavoro necessario.

La quota di trasferimento è un record per il club MLS, inoltre i Chicago hanno anche ottenuto una percentuale sul prossimo trasferimento del colombiano. Secondo l’accordo, anche la vecchia squadra di Duran, cioè l’Envigado, riceverà dai Fire almeno due milioni di euro per il nuovo trasferimento.