“Mi vedo all’Inter ancora per tanti anni”, ma il contratto scade fra un anno

0
12

I nerazzurri devono fare in fretta per blindare quello che è uno dei suoi big, onde evitare che si ripeta un ‘caso’ alla Skriniar. Tutte le news a riguardo

Sta avendo più di qualche semplice difficoltà il reparto difensivo dell’Inter, in questo avvio di stagione: dove, la squadra di Inzaghi è, al momento, la settima peggior difesa dell’intero campionato.

Bastoni: "Qui all'Inter per tanti anni". E' però in scadenza nel 2024
Simone Inzaghi ©LaPresse

A tal proposito infatti, oltre ad aver già collezionato 5 pesanti ko in questa Serie A, ai quali si aggiungono, poi, altre 2 sconfitte rimediate in Champions, i nerazzurri vantano, a malincuore, alcuni numeri a dir poco imbarazzanti. Ad esempio? Trovano spazio, in primis, le 24 reti subite in sole 18 giornate. E’ chiaro, dunque, che, a prescindere da questo, stia però mancando anche qualcos’altro all’Inter. I vice campioni d’Italia peccano, d’altra parte, nel non riuscire a chiudere del tutto le partite. Questa cosa la si è vista sia nella gara giocata una decina di giorni fa contro il Monza, dove le cose non sono andate per il meglio a dire il vero, che in quella dello scorso sabato contro il Verona…Dove a tenere il risultato in bilico ci ha pensato la rete siglata da Lautaro al 3′.

Ad ogni modo però, oltre a dover ritrovare alcune certezze, la squadra di Inzaghi deve, ora, dare seriamente una scossa al mercato: dove, ad oggi, potrebbe anche esserci più di qualche semplice partente.

Skriniar e non solo: anche il rinnovo di de Vrij resta ancora in bilico. Il punto sul futuro di entrambi

Continuano, infatti, a tenere tutt’ora banco in casa Inter le situazioni legati ai rinnovi, o meno, di de Vrij e Skriniar. Entrambi i difensori sono, non a caso, in scadenza di contratto: ragione per la quale sia Marotta che Ausilio sono molto preoccupati.

L'Inter è preoccupata per i rinnovi di Skriniar e de Vrij
Skriniar e de Vrij nell’annata 2021-22 ©LaPresse

Come già preannunciato da noi di Interlive.it un po’ di tempo fa, l’Inter intende, perlomeno al primo dei due, offrire un rinnovo al ribasso delle cifre attuali (dove l’olandese percepisce, ad oggi, circa 4 milioni di euro). E’ vero, il classe ’92 ha sempre dimostrato, in più e più circostanze, di tenere particolarmente alla causa nerazzurra, ma nonostante questo, non disprezzerebbe minimamente un’avventura estera (anche in Premier League, chissà). Quanto all’altro ‘arcigno difensivo’ invece, lo slovacco è seriamente allettato dal voler sposare il progetto del Psg…Coi parigini che sarebbero, nel caso, pronti a garantirgli un contratto stellare attorno ai 9-10 milioni di euro.

La situazione si fa, ora, alquanto complicata dunque, coi nerazzurri che hanno, ad ogni modo, fatto – e stanno facendo tutt’ora, tra l’altro – il possibile per ottenere quanto prima il si di Skriniar. L’offerta posta sul tavolo da parte della ‘Beneamata’ risale, non a caso, a qualcosa attorno ai 6 milioni di euro, più ulteriori bonus che farebbero lievitare il suo contratto attorno ai 7 milioni di euro a stagione (cifre che ne farebbero, comunque, di lui uno dei più pagati in rosa). Perlomeno quest’oggi però, all’intera dirigenza interista non sembra minimamente il caso di parlare del futuro, in quanto, oggi è il giorno della finale di Supercoppa tra Inter e Milan…E sapete chi c’ha già pensato a suonare la carica? Proprio lui: Alessandro Bastoni.

Bastoni a tu per tu: “La finale con la Juve, indimenticabile. Vogliamo alzare di nuovo quella coppa”

“La finale vinta lo scorso anno in Coppa Italia, contro la Juve, resta indimenticabile. Il gol di Sanchez è stata un’esplosione di gioia, ma oggi c’è da pensare al Milan. Il derby è sempre il derby! Non sarà una partita facile, lo sappiamo, ma noi ce la metteremo tutta per portare questo trofeo, di nuovo, a casa. Loro sono una squadra di qualità, ma noi dobbiamo giocare come sappiamo: da Inter“.

Bastoni: "Vogliamo rivincere la Supercoppa"
Alessandro Bastoni ©LaPresse

Ha parlato così l’attuale numero 95 nerazzurro una volta intervenuto al Matchday Programme: raccontandosi, non a caso, a tutto tondo. Oltre alla finale di questa sera, infatti, Alessandro Bastoni ha avuto anche tempo e modo di soffermarsi su tante e altre faccende…Come ad esempio quella riguardante il suo futuro. L’ex atalantino ha, infatti, un contratto che lo vede legato all’Inter sino a giugno 2024, ma nonostante questo, non c’ha minimamente pensato due volte a voler lanciare un chiaro messaggio a tutti i tifosi.

Bastoni non si nasconde: “Mi vedo ancora per tanti altri anni all’Inter. Vi dico cosa voglio”

Dopo tutta questa serie di premesse sulla finale di Supercoppa, Bastoni ha poi così concluso: “Milano è una città dove mi trovo molto bene e nella quale mi ci vedo ancora per tanti altri anni. Rappresenta ciò che ho sempre voluto: giocare a ‘San Siro’ con la maglia dell’Inter“.

Bastoni: "Mi vedo qui all'Inter per tanti anni"
Alessandro Bastoni ©LaPresse

Vere e proprie parole d’affetto, insomma, quelle rilasciate da parte del centrale natio di Casalmaggiore e che ora ha gli occhi puntati dritti sul suo futuro. A dirla tutta, infatti, il suo agente è Tullio Tinti, tutt’ora in eccellenti rapporti con Marotta ed il resto della dirigenza nerazzurra. Lo stesso Tinti, rappresenta, non a caso, sia Inzaghi che Darmian, ora ad un passo dal rinnovo 1+1…Cosa che potrebbe, dunque, scaturire nuovi ed inaspettati scenari.