“Un sinistro che spacca”: Inter, compra lui in attacco

0
17

L’Inter deve muoversi alla svelta sul mercato se vuole apportare qualche modifica al proprio attacco. Piace non solo Thuram, ma tiene banco anche un’altra idea. Tutte le novità

Per via di tutto quello che recitano, sino ad oggi, le situazioni riguardanti gente come Lukaku e Correa, l’Inter è ora come ora, inevitabilmente, costretta a fare tutta una serie di importanti valutazioni in vista dei prossimi mesi.

Hojlund brilla e può allettare anche l'Inter
Beppe Marotta ©LaPresse

Conti alla mano, infatti, l’Inter si è, sostanzialmente, trovata obbligata a dover puntare, in questo avvio di stagione, su due soli singoli: quali Dzeko e Lautaro. I due sopracitati poco fa invece, sono rimasti, in più e più circostanze, ai box nel corso di quest’annata che è tutt’ora in corso. Da qui poi, a causa di tutto quello che recita, fino a questo momento, la propria tabella di marcia, deludente per entrambi, aggiungerei, sia la conferma di Lukaku che quella di Correa resta, ad oggi, del tutto in bilico. E se, quindi, il belga dovesse, sul serio, finire per tornarsene in via definitiva al Chelsea nella prossima estate, anche il futuro del ‘Tucu’, allo stesso tempo, rischia di concludersi su alcuni sviluppi alquanto simili: arrivando a dire, anche lui, addio nei mesi successivi.

Situazione alquanto diversa, invece, per il ‘Toro’ ed il ‘Cigno’ di Sarajevo. L’Inter punta, non a caso, a trattenere entrambi (proprio quest’ultimo, poi, tramite la via del rinnovo). Quanto al neo campione del Mondo, ne emerge che lo stesso classe ’97 dovrebbe finire per non muoversi minimamente da Milano (mercato permettendo, chiaramente). A tal proposito, dunque, l’intera dirigenza della ‘Beneamata’ è, ora come ora, chiamata a guardarsi attorno…Dove, tra i tanti candidati, destinati a poter rientrare nel futuro attacco nerazzurro, potrebbe anche esserci qualche altra alternativa – Thuram a parte – che alletta fortemente Marotta e soci. Ad esempio? Vi facciamo un solo nome: Rasmus Hojlund.

Hojlund brilla e mette alcune cose in chiaro. L’idea può stuzzicare l’Inter e non solo: occorrono però 40 milioni

Forte fisicamente, in grado di saper giocare, all’occorrenza, anche di spalle alla porta, dotato di un’ottima tecnica di base, ma soprattutto, in grado di saper ‘far male’ a qualsiasi portiere avversario, tra le tante cose. Che cosa manca? Il fatto che stiamo parlando di un ragazzo classe ’03. Sono queste, non a caso, le caratteristiche che contraddistinguono al meglio Rasmus Hojlund, giovane centravanti dell’Atalanta.

Hojlund può far comodo anche all'Inter
Rasmus Hojlund ©LaPresse

L’attaccante danese è approdato a Bergamo nella scorsa estate per, l’ora come ora’, ‘irrisoria’ cifra di 17 milioni (visto che ora ne vale già una 40ina). Già 5 reti e 2 assist accumulate da lui in stagione…Dove, per ultimo, è andato a segno – dopo 10′ tra l’altro – anche nel match di Coppa Italia dello scorso giovedì contro lo Spezia. Numeri che così facendo, hanno, in pieno anticipo, attirato, inevitabilmente, l’attenzione di qualche altro club di Serie A ma non solo. Potrebbe essere lui, a questo punto, il giusto centravanti, per l’Inter da qui in futuro? E’ quello che ci domandiamo anche noi. Sicuramente le qualità all’ex Sturm Graz non mancano, anche se la moneta si (alle casse nerazzurre però). Ad ogni modo, poi, l’attuale numero 17 della ‘Dea’ ha ancora moltissimo tempo per poter migliorare ulteriormente: con alcuni giornali che non si sono, minimamente ‘risparmiati’.

La ‘Gazzetta dello Sport’ si è, non a caso, così espressa sul ragazzo: “Meno di 10 minuti per esultare ancora: sinistro che spacca”. Stesso discorso, invece, anche per Tuttosport: “In crescita continua, chiude il match con una potente conclusione”.