Dalla Premier all’Inter: 10 milioni con la retrocessione

0
5

Il laterale sinistro potrebbe rispondere alla chiamata nerazzurra dopo la retrocessione in Championship inglese, nelle mani del club il suo destino

Sette squadre sono raccolte in un fazzoletto di punti nella parte bassa della speciale classifica di Premier League, in questo preciso momento della stagione. Oltre ad Everton, Leicester City e West Ham che hanno caratterizzato in positivo gli ultimi anni di storia calcistica inglese sfornando grandi risultati e promettenti individualità, spiccano anche le ‘nuove leve’ Nottingham Forest e Leeds United, anch’esse collocate tra le grandi del passato ma reduci da alcune annate in categorie inferiori.

Garcia perde Firpo con retrocessione, occasione Inter
Javi Garcia – interlive.it

Il club di Andrea Radrizzani, sulla cui panchina siede l’ex conoscenza del campionato de La Liga, Javi Garcia, non sta passando un buon momento ad Elland Road. Le ultime prestazioni sono state deludenti e i soli ventitré punti conquistati sinora preoccupano molto l’ambiente. La speranza è che si possa strappare una vittoria di respiro contro il Wolverhampton, ma l’avversaria successiva del Leeds porta il nome dell’Arsenal capolista. Il rischio di una nuova retrocessione, dunque, è più vivo che mai. E nell’eventualità in cui questo spiacevole scenario dovesse ripresentarsi, il club dei ‘Peacocks’ sarà costretto a ridimensionare il proprio organico per una stagione di assestamento in Championship.

Calciomercato, l’Inter valuta Firpo del Leeds

Tra i tanti nomi di interesse che riempiono l’organico di Garcia c’è quello di Junior Firpo, prodotto della ‘cantera’ del Barcellona e vecchio obiettivo dell’Inter in Serie A.

Garcia perde Firpo con retrocessione, occasione Inter
Junior Firpo – interlive.it

In Premier League l’esterno sinistro ha collezionato appena dieci presenze mettendo a segno una rete, ma si tratta di un numero piuttosto limitato a seguito del lunghissimo infortunio al ginocchio che lo ha costretto a saltare quasi metà stagione. Il suo potenziale resta ancora inespresso e anche lui ha voglia di tornare a giocare per un club che possa permettergli di calcare scenari europei importanti, esattamente come i nerazzurri potrebbero fare. Il costo del suo cartellino non è neppure esagerato perché vicino ai 10 milioni di euro, ma la dirigenza capitanata da Giuseppe Marotta dovrà prima fare i conti con l’uscita di Robin Gosens verso la Bundesliga. Se questa non dovesse arrivare, Firpo non avrebbe modo di spartirsi minuti utili nelle gambe con l’altro esterno Federico Dimarco ormai protagonista principale lungo la corsia sinistra.