Telefonata per Zaniolo: ritorno con lo scambio clamoroso

Il mai domo Nicolò Zaniolo vorrebbe già lasciare la Turchia per tornare nel calcio che conta, e non potrebbe essere escluso a priori un clamoroso ritorno tramite scambio

Premier o Serie A. Ecco che cosa vuole Zaniolo a meno di sei mesi dal suo trasferimento in Turchia, dopo la traumatica e rumorosa rottura con Mourinho e con la Roma, il trequartista toscano ha chiesto al suo agente di trovargli un nuovo club. E, in tal senso, il nome di Zaniolo starebbe circolando in varie stanze di grosse società italiane.

Zaniolo piace a Juventus e Fiorentina
Zaniolo con la maglia della Nazionale (LaPresse) – interlive.it

Come l’anno scorso, la Juventus continua a monitorarlo. Ma il Galatasaray, dopo aver speso più di 16 milioni, non vuol cederlo senza guadagnarci. Il calciatore è blindato da una clausola di rescissione pari a 35 milioni.

La cifra è alta. Ma pur essendo interessati ai soldi, ai turchi potrebbero interessare anche delle contropartite. Ecco perché di fronte al gradimento, per ora solo teorico, bianconero, e al sondaggio fatto dalla Fiorentina, la dirigenza del Galatasaray potrebbe aver risposto facendo dei nomi: Mckennie più Rugani, alla Juve; e Sottil e Terzic, ai Viola.

Non è da escludere a priori una prospettiva ancora più sconcertante: la Vigo Global Sport, che cura gli interessi di Zaniolo, potrebbe offrirlo in futuro anche all’Inter, cioè alla squadra in cui il ragazzo è cresciuto prima di esplodere nella Roma. E come potrebbe rispondere l’Inter? L’impressione è che la dirigenza risponderebbe di no. L’Inter non ha tanti milioni da spendere, e comunque non è interessata al prospetto.

Il ritorno di Zaniolo: l’occasione è uno scambio

Zaniolo non è stato ceduto solo per abbassare il costo di Radja Nainggolan. A quanto pare all’Inter, il ragazzo si era già messo in luce per comportamenti poco disciplinati. E per tale ragione, pur riconoscendone le doti tecniche, la società ha voluto sbarazzarsene.

Zaniolo piace anche alla Fiorentina
Zaniolo con la maglia della Roma (LaPresse) – interlive.it

Intanto, il sito Calciomercato.it afferma che, lato Juve, si stia muovendo qualcosa: si parla di approcci continui da parte della Juventus di Massimiliano Allegri, vecchio estimatore di Zaniolo, e della Fiorentina. Nel caso dei bianconeri, “la proposta da presentare al Galatasaray prevede una contropartita tecnica che risponde al nome di Weston McKennie, giocatore gradito ai giallorossi“, scrive ancora il sito.

Lo statunitense, che viene valutato 30 milioni di euro dalla società piemontese, ha comunque un valore più basso rispetto a Zaniolo, la cui clausola è pari a 35 milioni di euro. Quindi i bianconeri dovrebbero aggiungere un po’ di milioni alla proposta di scambio.

E poi c’è la Fiorentina. Rocco Commisso ha promesso ai tifosi e a Italiano il salto di qualità. E bisogna soprattutto prendere giocatori offensivi. Così, dopo aver sondato Berardi del Sassuolo, i dirigenti della Viola hanno fatto anche una telefonata al Galatasaray per conoscere i termini di questa eventuale operazione.

La stagione del trequartista in Turchia

Il problema è che il Galatasaray, nonostante l’insofferenza del giocatore, vorrebbe tenere Zaniolo in rosa. Quindi ogni trattativa al momento è complicata. Come si può sbloccare? Con tanti soldi, quindi con un’offerta inglese. Magari del Newcastle, che vuole investire in giocatori giovani e tecnici.

Allegri segue Zaniolo
Allegri (LaPresse) – interlive.it

Per ora sto bene in Turchia, poi vedremo cosa succederà“, ha dichiarato il calciatore nel recente intervento in esclusiva ai microfoni di ‘TvPlay‘. I turchi sono entusiasti di Zaniolo. In dieci partite è andato in rete cinque volte e ha dimostrato più volte di essere un giocatore in grado di fare la differenza. In più, sembra che al Galatasaray non interessi troppo dei comportamenti extracampo del ventitreenne.

Anche in Turchia si è ormai capito che il ragazzo ha un carattere un po’ capriccioso e incline alla vivacità. Ma finora ogni eccesso è stato tollerato. Ciononostante Zaniolo ha nostalgia di casa. E soprattutto di giocare in un campionato di livello. Quindi, qualora nulla dovesse muoversi lato Serie A, stavolta il trequartista di Massa Carrara sarebbe pronto anche ad accettare la corte di qualche squadra di Premier di media classifica.

 

Impostazioni privacy