Colpaccio a zero in Premier: contatti avviati con l’Inter

Si libera a parametro zero dalla Premier, e l’Inter ci pensa: ma c’è tanta concorrenza fra le italiane e alcune insospettabili (fra cui il PSG)

Con Edin Dzeko a un passo, diamo anche a mezzo passo, da una nuova sistemazione in Turchia, Romelu Lukaku ancora ostaggio del Chelsea e Joaquin Correa ai margini del progetto, i nerazzurri devono trovare qualche occasione in attacco.

Ausilio cerca un attaccante a zero in Premier
Piero Ausilio (LaPresse)

Oltre all’evergreen Retegui, che sembra oramai fuori dai ragar, alle suggestioni Scamacca (West Ham) e Aubameyang (Chelsea), l’Inter non ha del tutto abbandonato i sogni Thuram e Firmino, in scadenza di contratto rispettivamente con Borussia Monchengladbach e Liverpool. Marotta e Ausilio sono al lavoro, anche se al momento ogni pista appare complicata.

Sia Thuram che Firmino, di fatti, hanno già ricevuto offerte di contratto ricchissime da altre squadre. Il francese è teoricamente abbordabile, ma solo dopo l’addio definitivo di Dzeko e a patto che le altre interessate non sparimo troppo alto. Sul brasiliano, invece, le speranze si stanno affievolendo giorno dopo giorno: l’impressione è che si trasferirà in un campionato minore per ricevere un ingaggio vicino ai 10 milioni a stagione.

Ed ecco perché negli ultimi giorni sarebbe spuntata fuori una nuova idea: quella che porta a Wilfried Zaha del Crystal Palace, anche lui da prendere come svincolato, ovviamente. Il colpo a zero dalla Premier non è però così semplice per l’Inter: l’ivoriano con cittadinanza inglese piace a tantissime altre squadre.

Già da un po’ di tempo, per esempio, si è mossa la Roma, che vede in Zaha un buon jolly da donare a Mourinho (l’ivoriano sa fare sia l’esterno che il centravanti). Ci sarebbe anche la Lazio di Sarri. E poi pare che possa inserirsi addirittura il PSG.

Non è finita qui, perché ci sono sempre pure loro: i sauditi. Tempo fa si è fatto avanti l’Al-Nassr offrendogli uno stipendio di 15 milioni annui. L’attaccante non ha risposto: vuole aspettare prima altre offerte. Presto potrebbe muoversi pure l’Al-Ettifaq, che presto potrebbe ufficializzare Steven Gerrard come nuovo allenatore (e Gerrard è un fan e un amico di Zaha).

Dalla Premier a zero: il colpo su cui l’Inter ragiona

Non viene certo da una stagione brillante, Zaha: nell’ultimo anno ha firmato soltanto sette reti e tre assist in ventotto presenze. Il classe 1992, non è mai stato un bomber, ma ha esperienza e ha piedi buoni. Può saltare l’uomo, ed è una caratteristica che piace a Inzaghi. Ma ha pretese contrattuali alte: per meno di 5 milioni a stagione non arriva.

Ausilio prova a prendere Zaha a zero
Zaha (LaPresse) – interlive.it

Tempo fa era considerato uno degli attaccanti più promettenti della sua stagione. Quando era allo United nel 2014 veniva presentato come un potenziale crack. Ma l’ivoriano non è mai esploso del tutto. Nel Cardiff e nel Crystal Palace ha fatto il suo. Si è fatto notare per belle giocate, ma anche per comportamenti un po’ sopra le righe.

All’Inter potrebbe essere sfruttato come centravanti agile e tecnico, chiamato a creare la superiorità numerica o a finalizzare i contropiedi grazie alla sua velocità. Un’alternativa a Zaha potrebbe essere il colombiano Alfredo Morelos, che fra qualche giorno si svincolerà dai Glasgow Rangers. Non un colpo esaltante: il suo soprannome è El Bufalo, tanto per dire… Ma il colombiano fa parte della scuderia di Camano, l’agente di Lautaro Martinez, quindi qualche dialogo potrebbe esserci già stato.

Timidamente, l’Inter torna su Thuram

L’Inter potrebbe tornare a chiedere informazioni agli agenti di Marcus Thuram. Lo sostiene l’emittente francese RMC Sport, secondo cui il club nerazzurro potrebbe presto tornare alla carica, dopo aver mollato per un paio di mesi, l’obiettivo d’attacco. I nerazzurri vorrebbero approfittare dell’indecisione del francese, che sta tenendo sulle spine sia il PSG che il Milan.

Di nuovo su Thuram?
Marcus Thuram (LaPresse) – interlive.it

Sul figlio d’arte, al momento, restano in pole il PSG e i cugini del Milan, ma Marotta crede di poter tentare un ultimo approccio, dato che conosce personalmente il ragazzo e suo padre e ha discusso già tante volte con i suoi agenti. C’è insomma spazio per un’ultima offerta.

Tempo fa, sembrava quasi un acquisto certo. Ma a oggi, il francese è parecchio lontano. Ci sono poche sicurezza all’Inter. Specie lì davanti. Al momento l’unico certo di far parte dell’attacco interista in vista della prossima stagione è Lautaro, con Dzeko e Correa prossimi a salutare e la situazione inerente Lukaku in stallo. E così dovrebbero rimanere le cose almeno fino alla prima settimana di luglio.

Impostazioni privacy