50 milioni: non solo Thuram, l’Inter piazza un altro colpo a zero

I nerazzurri lanciano un altro segnale fortissimo sul mercato chiudendo per un altro affare. E’ praticamente tutto fatto. I costi complessivi di tali investimenti

Ormai non vi è più alcun dubbio a riguardo: è Marcus Thuram il primo colpo di mercato messo a segno da parte dell’Inter per l’estate, club che lo ha di fatto soffiato al Milan quando pareva più vicino come non mai.

Dopo Thuram, dal costo complessivo di 40 milioni, l'Inter attende Azpilicueta
Marcus Thuram (LaPresse) – interlive.it

I nerazzurri hanno, infatti, anticipato i loro cugini rivali nel corso degli scorsi giorni: anche se c’è da dirlo.

Il loro è un interesse che prosegue ormai da parecchio tempo, non soltanto per via del fatto che il francese, in teoria, sarebbe dovuto approdare a Milano già nell’estate del 2021 – dove il classe ’97 rimediò poi una rottura parziale del legamento collaterale mediale del ginocchio destro, con l’Inter che a quel punto virò poi su Correa – ma anche perché, proprio i nerazzurri, tentarono già nello scorso dicembre l’ormai ex Borussia M’Gladabach con una proposta di contratto formale da 5 milioni di euro a stagione.

Ora, una volta giunti a questo punto, la ‘Beneamata’ è finalmente riuscita a farla franca mettendo, di fatto, al tappeto il Milan per Thuram convincendo il diretto interessato sia con un’offerta economica superiore rispetto a quella rossonera – questi ultimi avevano proposto 5 milioni di euro di stipendio +1 di bonus, mentre i nerazzurri hanno posto sul tavolo 6 milioni di base fissa – che con un progetto tecnico maggiormente ambizioso.

Sarà così, dunque, che dopo aver sottoscritto un contratto quinquennale da 6 milioni di euro a stagione, il francese verrà a costare complessivamente alla truppa interista 40 milioni.

In questo, l’Inter – pur privandosi di Dzeko – ci ha guadagnato eccome sia per età che per ingaggio soprattutto. Questo perché, potendo usufruire del Decreto Crescita, il figlio d’arte dell’ex Campione del Mondo, Lilian, verrà a costar meno rispetto al bosniaco, colui che pesava 12 milioni di euro lordi l’anno, mentre l’ex Borussia 8.

Un’operazione che, parlandoci chiaro, merita quindi il giusto riconoscimento ma che, al tempo stesso, si prospetta solamente la prima messa sin qui a segno da parte dei nerazzurri. Un altro colpo è, infatti, in arrivo.

L’Inter abbraccia finalmente Thuram e attende ora Azpilicueta a zero: lo spagnolo costerà 10 milioni lordi

Una volta accolto Thuram, l’Inter si appresta a voler inserire all’interno del proprio roster anche Cesar Azpilicueta: calciatore che abbraccerà a breve.

Azpilicueta costerà 10 milioni lordi all'Inter grazie al Decreto Crescita
Cesar Azpilicueta (LaPresse) – interlive.it

Sarà proprio lo spagnolo, infatti, il secondo colpo targato nerazzurro in questa estate 2023. Dopo aver trascorso undici lunghissimi anni al servizio del Chelsea, il classe ’89 è ora in procinto di dover intraprendere una nuova esperienza: precisamente in quel di Milano.

Ad essere sinceri, l’Inter non sta attendendo nient’altro che una sua separazione consensuale assieme ai ‘Blues’ – nonostante il contratto in scadenza, in teoria, nel 2024 – in modo tale da poter poi ultimare tale affare a costo zero.

Così come per Thuram, quindi, i nerazzurri potranno – anche nel caso di Azpilicueta – fare affidamento sul Decreto Crescito: scenario che permetterà all’intera dirigenza della ‘Beneamata’ di risparmiare qualcosina dal punto di vista dell’ingaggio. Per lui è già pronto un biennale da circa 10 milioni di euro lordi complessivi.

Impostazioni privacy