Accordo a 30 milioni, c’è il blitz di Ausilio

Piero Ausilio si rimette in viaggio, per un blitz a Londra, per proporre al Chelsea un affare da 30 milioni. L’Inter ci crede 

Il ds dell’Inter Piero Ausilio arriverà a Londra per parlare con i Blues del solito argomento: il punto è trovare insieme e al più presto una soluzione per riportare Romelu Lukaku a Milano. Il belga ha parlato con Pochettino, spiegandogli che vuole giocare ancora in nerazzurro, e con i fatti ha già dimostrato di non voler prendere in considerazione altre possibilità.

Ausilio, nuovo blitz a Londra
Piero Ausilio (LaPresse) – interlive.it

Rifiutando più di una volta le super proposte di ingaggio arrivate dall’Arabia Saudita, Big Rom ha mandato un segnale prima al Chelsea e poi all’Inter. I Blues non sembrano aver raccolto, mentre i nerazzurri stanno per muoversi per accontentarlo.

Ciò che è certo, al momento, è che Lukaku non tornerà a giocare con il Chelsea. I Blues sperano solo di venderlo senza perderci troppo. E per l’Inter è già tornato il momento di insistere. Ausilio è pronto all’ennesimo blitz, stavolta con un po’ di milioni virtualmente in tasca: il ds potrebbe proporre un’offerta da 5 milioni per il prestito e 25-30 per l’obbligo di riscatto.

Per i Blues sono pochi. L’intenzione dei londinesi è guadagnare più di 40 milioni. Possibilmente 50. Ma senza alternative valide, il club inglese potrebbe prendere in considerazione il progetto interista. Con il prestito, riuscirebbe a non scontare subito la minusvalenza, e in più risparmierebbe da subito l’esborso per l’ingaggio del belga.

Il blitz di Ausilio: 30 milioni per prendere Lukaku

L’Inter vuole arrivare a un risultato quanto prima. Dopo l’arrivo di Marcus Thuram e l’affare quasi chiuso con i danesi per Yann Bisseck, è tempo di completare la rosa. La cessione di Marcelo Brozovic (che intanto ha firmato per l’Al-Nassr) porta nelle casse 18 milioni. Per la precisione 17,5 milioni, che possono arrivare a 20 con i bonus. Altri potrebbero arrivare dalla vendita di Onana (anche se Inzaghi preme affinché il portiere non venga ceduto).

30 milioni per chiudere l'affare Lukaku
Big Rom (LaPresse) – interlive.it

Romelu Lukaku è il primo obiettivo di mercato. Solo dopo aver risolto la situazione del belga con il blitz da 30 milioni, Ausilio e Marotta si concentreranno sul difensore (Demiral? Umtiti?) e il centrocampista (Samardzic? Musa? Pereyra?).

Lukaku è una priorità. Questo è quello che vuole Simone Inzaghi. Pare che l’allenatore lo abbia richiesto esplicitamente prima ancora della fine della stagione. “Niente Frattesi, voglio Lukaku!“.  L’affondo per il centravanti belga è possibile proprio grazie all’impegno di Lukaku, che ha ribadito in tutti i modi di voler giocare con l’Inter. Entro il 13 luglio, Marotta vuole chiudere.

Che cosa vuole il Chelsea

La richiesta economica degli inglesi è alta. E spaventa anche il pesa a bilancio dell’acquisto. L’Inter punta a trovare un escamotage per poter sfruttare ancora il Decreto Crescita (la chiave è il figlio piccolo di Big Rom).

Lukaku vuole solo l'Inter
Romelu Lukaku (LaPresse) – interlive.it

Dopo il primo no al prestito, Ausilio si presenterà dai dirigenti del Chelsea con una proposta di prestito oneroso e l’intenzione di organizzare una cessione dilazionata. I 40 milioni che finora il Chelsea ha chiesto per il centravanti belga sono troppi: l’Inter mira a spenderne almeno una decina in meno.

L’unica formula possibile per l’Inter è quella del prestito con obbligo di riscatto, e lo sanno anche a Londra, perché solo così è possibile ritardare al prossimo anno l’impatto a bilancio. Chiudere Lukaku al più presto farebbe felice un po’ tutti, anche il Chelsea. Ausilio teme però che il Chelsea voglia poter sfruttare Lukaku come pedina di scambio per altri affari.

Ma anche in questo senso sarà fondamentale l’intransigenza del belga, chiamato a rifiutare ogni possibile destinazione. Il Chelsea potrebbe quindi puntare davvero su Dusan Vlahovic come nuovo centravanti, ma senza proporre uno scambio alla Juve. Userebbe i soldi risparmiati per l’ingaggio del belga per pagare lo stipendio e i bonus al serbo…

Impostazioni privacy