Accordo raggiunto con il nuovo club: sì dell’Inter a 18 milioni

18 milioni: è l’incasso che l’Inter spera di ottenere il prima possibile dalla cessione di un tessarato da cui ci si aspettava molto di più in termini sportivi: l’accordo non è lontano

L’affare è complicato, ma qualcosa si sta muovendo. Fino a qualche settimana fa Marotta e Ausilio speravano di poter chiudere una trattativa con l’Union Berlino, ma la squadra rivelazione della Bundersliga si è tirata indietro sul più bello. Allora si sono intensificati i contatti con il Wolfsburg, l’altro club tedesco interessato al cartellino di Robin Gosens.

Gosens via a 18 milioni
Gosens e Correa (LaPresse) – interlive.it

L’impressione è che la cessione dell’esterno tedesco ex Atalanta possa concretizzarsi nelle prossime settimane. Ma ci sarà da lavorare, perché i Lupi non hanno la liquidità per accontentare le pretese economiche dell’Inter. Per arrivare a un veloce accordo ci vogliono almeno 18 milioni.

Ciò che ha frenato l’uscita di Robin Gosens a gennaio è però stato risolto: in inverno, l’esterno aveva rifiutato ogni possibile destinazione, incaponendosi per voler dimostrare il proprio valore a Milano. Dopo sei mesi, la situazione si è ribaltata, e ora Robin è pronto a lasciare l’Inter. Per riprendere in mano la propria carriera e tornare ai livelli espressi quattro anni fa, l’ex Atalanta potrebbe tornare in Germania.

Accordo fra Wolfsburg e Gosens: l’Inter si aspetta 18 milioni

Si parla di un possibile approdo al Wolfsburg, una squadra in cui l’esterno sinistro nerazzurro troverebbe di sicuro più spazio per espremersi e riprendersi totalmente dai diversi infortuni che lo hanno frenato. Gli agenti del giocatore hanno già parlato con il club verde e bianco. In Germania vociferano di un accordo basato su un quinquennale a cifre più o meno vicine all’attuale stipendio percepito in nerazzurro (2,5 milioni).

Robin Gosens verso il Wolfsburg
Gosens (LaPresse) – interlive.it

Il problema è che sembra ancora molto lontana l’intesa fra il Wolfsburg e l’Inter. Marotta vuole che il club tedesco si impegni per un acquisto a titolo definitivo per 18 milioni. I Lupi, invece, vorrebbero proporre un prestito con diritto di riscatto a 15 più bonus. Manca dunque l’intesa con l’Inter, ed è quello che scrive anche SkySport, prima di sottolineare il fatto che i nerazzurri abbiano già scelto un erede: Carlos Augusto del Monza.

Secondo alcune fonti tedesche, l’offerta del club teutonico potrebbe essere ancora più bassa. Il primo approccio, forse avvenuto poche ore fa, si sarebbe articolato attraverso un’offerta per un prestito con obbligo condizionato di riscatto fissato a 13-14 milioni.

Ma una cifra del genere non soddisfa l’Inter. Il costo a bilancio di Gosens ha un valore residuo di circa 17 milioni, dopo l’anno e mezzo passato in nerazzurro. Sotto i 17-18 milioni, quindi è impossibile scendere. In partenza l’Inter aveva sperato di poterci guadagnare fino a 25 milioni. Ma la prospettiva, date le prime proposte arrivate, sembra irrealizzabile.

Prima offerta già rifiutata?

In conferenza stampa, Inzaghi si è speso in parole di schietta stima nei confronti di Gosens, lasciando intendere di credere ancora in un suo recupero. Ma il tedesco non potrebbe accettare una nuova stagione come riserva di Dimarco. E all’Inter lo sanno tutti. Ciononostante, senza un’offerta pari o superiore ai 18 milioni, Gosens resterebbe a Milano. Visto che Carlos Augusto non costerebbe meno di 25 milioni.

Gosens: addio sempre più vicino
Robin Gosens (LaPresse) – interlive.it

Molto probabilmente Robin Gosens e Inter hanno comunque voglia di separarsi. Il classe 1994 non è mai riuscito a confermare quanto di buono aveva fatto con la maglia dell’Atalanta. Nella scorsa stagione, pur impegnandosi al massimo, ha realizzato 3 goal in 25 presenze e si è distinto solo in un paio di prestazioni nettamente sopra la sufficienza.

E un rendimento del genere è da considerarsi deludente per uno come lui, che l’Inter ha pagato a peso d’oro e ha aspettato con pazienza, convinta di aver trovato il degno erede di Perisic.

Impostazioni privacy