Alternativa a Lukaku: l’idea low-cost per l’attacco

L’alternativa a Lukaku e a costo contenuto aspetta i nerazzurri a pochi chilometri da Milano. Di certo gli agenti del giocatore lo hanno già offerto all’Inter senza suscitare entusiasmo

Le cose potrebbero essere cambiate proprio nelle ultime ore… Il protagonista di questo possibile affare è Duván Zapata, attaccante classe ’91 dell’Atalanta. Il colombiano si è unito al resto della squadra convocata da Gasperini per il ritiro della Dea a Clusone, ma nella giornata di venerdì non si è visto campo con i compagni durante l’allenamento.

Alternativa a Lukaku: affare con la Dea
Romelu Lukaku (LaPresse) – interlive.it

Un indizio concreto di un trasferimento imminente? Non è un mistero: l’attaccante, nei mesi scorsi, è stato più volte accostato all’Inter. Ausilio ha sempre reputato l’ex Napoli un giocatore interessante. Ciononostante non è mai riuscito ad avvicinarlo.

Gli agenti del colombiano avranno già parlato proprio con Ausilio e poi Marotta per proporre il loro assistito, che non si sente più a suo agio a Bergamo con Gasperini. Tuttavia, la dirigenza interista, concentrata sull’affare-Lukaku, dovrebbe aver declinato ogni prospettiva di dialogo. I piani protebbero essere cambiati, dopo l’inaspettata crisi nel rapporto fra Big Rom e i nerazzurri.

Intanto, però, sembra che il Monza stia per farsi avanti con un’offerta di prestito. Secondo SkySport, la trattativa fra i bergamaschi e i brianzoli non sarebbe ancora partita, ma dovrebbero esserci, almeno in teoria, margini per un accordo. I rapporti tra i due club sono ottimi e il Monza può garantire al colombiano la titolarità. Oltre al club di Galliani, sull’ex Napoli potrebbero piombare a breve anche un paio di club sauditi.

Finora l’Inter è stata fredda rispetto alla pista che porta a Zapata non solo perché concentrata sul ritorno di Lukaku, ma anche per via dello scarso rendimento del colombiano nell’ultima stagione. Il classe ’91 ha segnato appena 2 goal in 25 presenze dopo. Pochissimo, soprattutto rispetto alle sue annete precedenti, quando era andato sempre in doppia cifra.

L’alternativa a Lukaku: ritorno di fiamma per Zapata?

Di certo, per caratteristiche fisiche e di gioco, Zapata potrebbe essere una perfetta alternativa a Lukaku. Veloce, potente, bravo nei movimenti offensivi, sa difendere balla e mantenere il controllo per far salire la squadra. Rispetto a Lukaku è un po’ meno costante ed esplosivo. D’altro canto, nelle sue stagioni migliori, ha mostrato colpi balistici invidiabili e abilità nell’uno contro uno.

Sauditi, turchi e Monza su Zapata
Duvan Zapata (LaPresse) – interlive.it

L’Atalanta lo valuta 10 milioni, l’Inter potrebbe offrirne 5 o 6. Lecito dunque figurarsi, in caso di offerta, un possibile accordo intorno agli 8 milioni. D’ingaggio, il colombiano percepisce 1,8 milioni. Uno stipendio abbordabilissimo per l’Inter.

Dopo aver iniziato la sua carriera con il club colombiano América de Cali, Zapata si è fatto notare nell’Estudiantes in Argentina e poi, dal 2013, in Serie A. Dopo l’esordio difficile con il Napoli e le stagioni non troppo esaltanti con Udinese e Sampdoria, l’attaccante è esploso nell’Atalanta, diventando un centravanti prolifico e tatticamente utile.

A livello internazionale, Zapata ha esordito in prima squadra con la Colombia nel 2017 e ha preso parte alla Copa America nel 2019 e nel 2021. La sua stagione migliore all’Atalanta è stata quella del 2018-2019, quando la squadra è arrivata al terzo posto e l’attaccante ha segnato 23 goal totali. Finora, con la Dea ha segnato più di 80 goal.

L’Inter sembra però più orientata ad acquistare un attaccante di prospettiva come Balugan o di esperienza internazionale (Taremi?). Sul colombiano, oltre agli arabi e al Monza, negli scorsi giorni si è mosso anche il Trabzonspor. E sempre nelle settimane scorse c’è stato un mezzo sondaggio da parte della Fiorentina.

Un’altra opzione più o meno economica per l’attacco nerazzurra è rappresentata da Scamacca. L’Inter potrebbe presentare al West Ham, che vuole vendere, un’offerta da 25 milioni (bonus inclusi) per poter prendere l’ex Sassuolo (un profilo gradito a Inzaghi e in linea con il progetto tecnico dettato da Marotta).

Impostazioni privacy