Darmian e non solo, l’addio di Skriniar non fa più paura

Lo slovacco aveva, apparentemente, posto l’Inter in guai seri. Inzaghi e i suoi hanno saputo come rifarsi immediatamente però. Ora sì che la difesa dà garanzie

Milan Skriniar, a totale insaputa dell’Inter, aveva già trovato mesi e mesi fa un principio d’accordo verbale assieme al Psg per il suo approdo in Francia.

Milan Skriniar (LaPresse) – interlive.it

Come ormai risaputo, infatti, lo slovacco aveva già avviato nella massima indiscrezione alcuni e costanti colloqui assieme ai parigini: coloro che, alla fin fine, se lo sono assicurati a parametro zero in quest’estate.

La notizia è trapelata fuori a fine gennaio con l’agente dello stesso Skriniar che, di sorpresa, è poi uscito allo scoperto facendo chiarezza sulla situazione del suo assistito. In tanti ricorderanno, non per nulla, il giorno di Inter-Empoli: data in cui il rappresentante dello slovacco ha prontamente annunciato quello che sarebbe stato poi il futuro dell’ex Sampdoria.

Uno scenario che ha, dunque, privato immediatamente l’Inter di quello che era, sino a poco tempo fa, uno dei capi saldi della squadra di Simone Inzaghi: anche se, c’è da dirselo, proprio i nerazzurri hanno dovuto fare a meno del classe ’95 già dal periodo in cui ricorreva ancora febbraio-marzo e non a fine stagione. Naturalmente, tutto ciò lo si deve ai problemi accusati a inizio anno dallo stesso Skriniar alla schiena.

Ad ogni modo, proprio il tecnico piacentino, ha sin da subito saputo come non farsi trovare impreparato. Al posto dello slovacco è, infatti, subentrato poi Matteo Darmian nel terzetto difensivo: calciatore ‘tuttofare’ che, contro ogni pronostico, ha immediatamente risposto presente anche in un ruolo del tutto nuovo. Cosa che, del resto, fa ormai da diversi anni.

L’ex Manchester United, Torino e Parma si è, infatti, rivelato ancora una volta uno dei calciatori maggiormente professionali che l’Inter abbia mai avuto all’interno della propria rosa e, a questo punto, non viene che da chiedersi: e se i nerazzurri disponessero già del degno – magari addirittura doppio – erede di Skriniar?

L’Inter prova a dimenticare Skriniar così: non solo Darmian, c’è anche Bisseck

In questi ultimi mesi, come giusto che sia d’altronde, non si è fatto altro che parlare a proposito del presunto erede di Skriniar ma, in fin dei conti, c’è da farlo presente, l’Inter potrebbe anche aver trovato in Darmian il degno sostituto dello slovacco.

Inter può provare a dimenticare Skriniar con Darmian e Bisseck
Darmian e Bisseck (LaPresse) – interlive.it

Inzaghi è, infatti, pronto a puntare nuovamente sul suo ‘usato sicuro’ complice, inoltre, il fatto che lì sulla corsia di destra c’è già una folta affluenza visto che in quella determinata casella ci sono sia Cuadrado che Dumfries.

La buona notizia, in aggiunta, per i nerazzurri è che alle spalle di Darmian – costato solamente sui 2,5 milioni di euro, ricordiamolo – c’è anche un gran bel prospetto come Yann Bisseck: motivo per cui, magari, non è più certo come una volta che l’Inter debba accogliere immediatamente un nuovo braccetto di destra alla propria corte.

Ad ogni modo, questo non vuol dire che i nerazzurri non siano ancora a caccia di un rinforzo difensivo. Proviamo a spiegarci meglio.

L’Inter continua, infatti, a pensare sempre e comunque all’acquisto di un nuovo difensore ma, al momento, per Marotta e Ausilio ci sono altre priorità: come ad esempio quella della porta.

Inzaghi preme tutt’ora per Toloi, anche se non sarà affatto semplice provare a chiudere per il difensore italo-brasiliano vista e considerata l’opposizione da parte della ‘Dea’: società che non vuole dire addio al proprio Capitano, quest’oggi in scadenza nel 2024.

Di conseguenza, Demiral e qualche altro profilo inglese continuano a restare le piste alternative. Per intenderci, e qui concludiamo, il nuovo innesto in difesa può arrivare ugualmente anche se l’Inter, al momento, non è più scoperta come una volta là dietro.

Impostazioni privacy