La percentuale più alta: Sommer si esalta in Champions

Lo svizzero sta continuando a rivelarsi una delle maggiori garanzie della squadra di Inzaghi. E’ l’ex Bayern, a livello statistico, il miglior portiere in Europa

E’ Yann Sommer uno di quei calciatori che sta continuando a esaltarsi in quest’inizio di stagione al fianco della squadra di Simone Inzaghi. Il 34enne svizzero, approdato in estate a Milano per appena 6 milioni di euro, si sta infatti confermando un portiere di assoluto valore oltre che di grande affidabilità.

Sommer il portiere con la più alta percentuale di parate in Champions 
Yann Sommer (LaPresse) – interlive.it

A confermarlo gli 8 clean-sheet già totalizzati in appena 13 gare di campionato disputate dall’ex Bayern Monaco. Appena 7, invece, i gol subiti in tale manifestazione, mentre ammontano a 2 le reti subite in 4 match di Champions League, impreziositi da altre 2 porte inviolate. Sinonimo che anche in Europa, soprattutto in quel contesto aggiungeremmo, il classe ’88 sta continuando a fare la differenza.

In tanti, al suo approdo a Milano, avevano ‘etichettato’ Yann Sommer come un portiere non molto affidabile complice, naturalmente, la sua età in fase avanzata (con lo svizzero che compirà 35 primavere il prossimo 17 dicembre).

Come non detto. Anche lui, come molti nerazzurri del resto (pensiamo ad esempio a Mkhitaryan, Darmian e Acerbi su tutti), ha voluto smentire queste pseudo dicerie iniziali a suon di ottime prestazioni sul campo, tant’è che l’attuale numero 1 nerazzurro si è già distinto in Europa per questo importante dato.

Sommer il portiere con la più alta percentuale di parate in quest’avvio di Champions

E’ Yann Sommer l’estremo difensore che dispone, sinora, della più alta percentuale di parate in questa fase iniziale della Champions League. Dato che fa riflettere eccome considerando, inoltre, di come lo svizzero sia rimasto a riposo in occasione della gara di ieri andata in scena al ‘Da Luz’ contro il Benfica.

Yann Sommer (LaPresse) – interlive.it

Nonostante il classe ’88 non abbia preso parte al match disputatosi contro la squadra guidata da Roger Schmidt, dove ad aver figurato al suo posto è stato Emil Audero (portiere, decisamente, chiamato a rifarsi in futuro), è lo stesso ex Bayern Monaco a risultare al momento, a livello statistico naturalmente, il miglior estremo difensore d’Europa con una percentuale di parate pari all’88,9%.

Alle spalle di Sommer vi sono, invece, Nick Pope del Newcastle e Gregor Kobel, di proprietà del Borussia Dortmund, fermi rispettivamente al secondo e al terzo posto di questa speciale classifica con la percentuale dell’83,3% e dell’82,4%. A chiudere, infine, Marc-André ter Stegen del Barcellona e Alexander Schlager del Salisburgo con la media dell’81,8% e dell’81,5%.

Impostazioni privacy