Perché l’Inter ha messo nel mirino Augustin Giay

L’Inter continua a tenere d’occhio le prestazioni del giovane Agustin Giay: un esterno destro argentino promosso da tutti gli scout che hanno analizzato la sua crescita

Sarà probabilmente lotta a due fra Inter e Benfica per strappare al San Lorenzo il talentuoso laterale destro Agustin Giay. Il giovane terzino sa di aver attirato l’attenzione del club nerazzurro e ne sembra lusingato. Conscio di essere stato più volte visionato dagli uomini di Ausilio, ha già lasciato intendere di essere pronto al grande salto. Ora, però, si è accorto anche di aver scatenato l’apprezzamento di un altro importante club europeo: il Benfica.

L'Inter continua a seguire Giay
Agustin Giay con la maglia dell’Argentina U-20 (LaPresse) – interlive.it

Secondo quanto riporta TNT Sports, i lusitani potrebbero aver già messo in conto un assalto a giugno, In questo senso, c’è chi immagina che l’Inter possa essere costretta a provare ad anticipare l’operazione, per evitare interferenze da parte del club portoghese.

Le cose stanno davvero così? Giay piace all’Inter… ma non è l’obiettivo principale dei nerazzurri per la fascia destra. Inoltre, Marotta ha già spiegato che il club non procederà ad acquisti nel mercato invernale, a meno di esigenze specifiche. Tipo qualora Cuadrado desse forfait per altri mesi.

Il diciannovenne Agustin Giay è un profilo da tenere d’occhio per il futuro. Non va dunque interpretato come un obiettivo prioritario dell’Inter, mentre è più probabile che i dirigenti del Benfica possano fare sul serio. Il terzino destro nel San Lorenzo ha qualità fisiche e tecniche. A dispetto della giovane età, è da mesi un titolare fisso dei cuervos. Appare già maturo tatticamente e mentalmente pronto ad affrontare un campionato duro come potrebbe esserlo quello italiano.

Va detto che nella squadra argentina non gli sono affidati compiti d’attacco o di gestione dell’intera corsia di riferimento. Ciononostante il ragazzo ha dimostrato di eccellere nel dribbling e nell’accelerazione palla al piede: due caratteristiche che potrebbero farlo esplodere come laterale a tutta fascia.

Perché Ausilio vuol tenere ancora d’occhio Agustin Giay

Giay se la cava anche con i contrasti e ha già fatto vedere di possedere, anche in Nazionale, personalità e intensità. Secondo la stampa argentina, il club portoghese, che gioca con una difesa a quattro, potrebbe essere l’ambiente giusto per la sua crescita. Di diverso avviso è il sito Bola, che punta su un trasferimento all’Inter. Sia perché Giay preferirebbe il campionato italiano, sia grazie alla mediazione di Zanetti.

Giay, a prescindere dalla partenza di Dumfries
Giay (LaPresse) – interlive.it

Volendo, i dirigenti nerazzurri potrebbero anche provare a strappare un pre-accordo in tempi brevi con gli agenti del ragazzo, per poi raggiungere un’intesa di massima col San Lorenzo. A 5 o 6 milioni si potrebbe pure chiudere, concedendo alla società argentina una piccola percentuale sulla futura rivendita.

I media argentini continuano tuttavia a insistere sulla presenza nel contratto di una clausola di rescissione molto più alta (tra i 13 e i 14 milioni di euro) e sull’intenzione del San Lorenzo di prolungargli il contratto per alzare il prezzo di uscita a 18 milioni circa.

Sopra i 10 milioni, per l’Inter, l’affare non avrebbe senso. L’impressione, in generale, è che l’Inter voglia temporeggiare prima di esporsi. Il giovane, nato a San Carlos Centro, vicino a Santa Fe, sarà monitorato anche nei prossimi mesi.

Bisogna capire innanzitutto se le sue prestazioni continueranno a essere di alto livello e se ci sarà una crescita dal punto di vista difensivo. Il ragazzo deve quindi dimostrare di saper essere meno irruento in certe scelte di intervento e più intelligente nel posizionamento (marcature preventive, diagonali, eccetera).

Per Ausilio, l’affare su cui insistere è un altro. Al momento il ds interista punta soprattutto su Buchanan del Club Brugge. Giay potrebbe dunque arrivare solo nell’ottica di un’uscita a giugno di Dumfries. In pratica, il ragazzino argentino arriverebbe come sostituto di Cuadrado, mentre il canadese verrebbe a Milano per sostituire Dumfries. Posto che il colombiano difficilmente, a fine anno, rinnoverà il suo contratto con i nerazzurri e che l’olandese potrebbe essere ceduto per mettere in cassa una trentina di milioni o più.

Alle spalle di Insua: polmoni e personalità

Cresciuto tra Unión Progresista de San Carlos Su e Argentino de San Carlos (di cui il padre è dirigente), Giay si è fatto notare già nel 2017, quando era appena tredicenne. Ovvero quando è stato comprato dal San Lorenzo, dove ha cominciato a giocare da ala destra e poi da mezzala. Con gli anni si è poi specializzato nel ruolo di terzino destro.

Giay non alternativo a Dumfries
Denzel Dumfries (LaPresse) – interlive.it

Corre tanto, Giay: e questo è un dato a cui l’Inter presta occhio e attenzione. In prima squadra, con Beron in panchina, occupa sempre la fascia destra fra i quattro in difesa, coperto da Insua che gioca come centrocampista largo. Gli scout nerazzurri lo hanno però notato occuparsi dell’intera corsia destra con la maglia dell’Under 20 allenata da Jefecito Mascherano. E anche lì se l’è cavata egregiamente.

Un’alternativa a Giay potrebbe essere il ventitreenne Jopo Pedro Loureiro da Costa, meglio noto come Costinha, un terzino portoghese che gioca Rio Ave. Ben piazzato e veloce, Costinha garantisce solidità difensiva e potenza nelle progressioni. Ha già giocato nelle nazionali giovanili portoghesi Under-18, Under-19 e Under-20.

Impostazioni privacy