Supercoppa, tentativo di posticipo dall’Arabia: risposta secca di Inter e Napoli

Inter e Napoli contrarie al rinvio della disputa delle semifinali di Supercoppa Italiana in programma il prossimo febbraio, nuovo tentativo da parte degli organizzatori arabi  

Con l’avvicinarsi della fine dell’anno solare si avvicina anche il termine della prima metà di stagione del campionato di Serie A, di cui l’Inter è fermamente in testa alla classifica seguita da altre grandi realtà come Juventus e Milan.

Inter e Napoli contrarie al rinvio della Supercoppa
Simone Inzaghi e Walter Mazzarri, tecnici di Inter e Napoli (LaPresse) – interlive.it

A seguire ci sarà spazio alla sessione invernale di mercato cosiddetta di riparazione, che anticiperà di fatto l’apertura della nuovissima ed inedita edizione della Supercoppa Italiana su territorio arabo.

Diversamente da quanto accaduto nelle passate edizioni in cui le due finaliste si affrontavano con l’obiettivo di sollevare in cielo la coppa, da quest’anno saranno quattro le società pronte a contendersi l’ambito trofeo. E oltre a Inter e Napoli, ci saranno anche le due outsides Lazio e Fiorentina. Due realtà che non sarebbero state ben viste dagli organizzatori arabi per via del loro scarso appeal e una pressione mediatica relativamente bassa, in confronto alle altre principali rivali di campionato.

Inter e Napoli non ci stanno alla disputa delle semifinali a febbraio: c’è anche la Champions

Come se non bastasse, in Arabia si è anche tentato di spezzare l’attuale programma slittando ulteriormente le date di disputa delle due semifinali, dal 21-22 gennaio (e 25 gennaio per la finale) alle prime settimane di febbraio.

Inter e Napoli contrarie al rinvio della Supercoppa
Kvicha Kvaratskhelia, esterno offensivo del Napoli (LaPresse) – interlive.it

Un grosso problema visto quasi come un tentativo di boicottaggio per le due principali favorite alla vittoria, Inter e Napoli. Le due realtà saranno infatti impegnate rispettivamente negli incontri degli ottavi di finale di Champions League e dunque un triplice incastro sarebbe lesivo alla condizione fisica degli atleti in campo.

Nonostante il rifiuto di Inter e Napoli, in ogni caso, le prossime edizioni di Supercoppa Italiana continueranno ad essere disputate in Arabia. Come da accordi con la Lega Serie A, infatti, il montepremi di 23 milioni è scisso andando a favorire la vincitrice con un premio in denaro di 7 milioni di euro.

Impostazioni privacy