Retrocessione e colpo Inter: a giugno per il dopo Sanchez

Il cileno verso i saluti in estate. Nuova ipotesi al vaglio per i nerazzurri, Marotta e Ausilio possono pensare a questa mossa per il suo erede

Alexis Sanchez e l’Inter rischiano, seriamente, di separarsi da punto e accapo nella prossima estate. Scontato l’addio del cileno a giugno, a meno che il classe ’88 non riesca a dare una vera e propria impennata alle sue prestazioni, sin qui del tutto deludenti.

L'Inter può pensare a Ngonge per il dopo Sanchez
Alexis Sanchez (LaPresse) – interlive.it

Appena 2 le reti realizzate in stagione dal ‘Niño Maravilla’, entrambe in Champions League, con quest’ultimo che non ha ancora messo a sigillo il suo primo gol in campionato in questa stagione. L’ex Barcellona e Manchester United non è riuscito a incidere neppure nel momento in cui Marko Arnautovic è rimasto ai box per un mese e mezzo di tempo ed è stato questo a spingere l’intera dirigenza interista ad attuare le prime riflessioni sul futuro del calciatore.

Quello di Taremi il nome per l’attacco su cui continuano a insistere Marotta e Ausilio per l’estate, un profilo che potrebbe benissimo mettere piede in quel di Appiano anche al posto dell’austriaco (in quel caso diventerebbero due le pedine offensive di cui l’Inter dovrebbe andare alla ricerca). In tal senso occhio a questo nome che, in qualche modo, potrebbe anche finire per prendere quota nel corso dei prossimi mesi.

Ngonge all’Inter per il dopo Sanchez: l’idea può prendere quota in caso di retrocessione del Verona

È quello di Cyril Ngonge uno di quei nomi che l’Inter potrebbe incominciare a ‘ispezionare’ da qui in futuro. Il classe ’00, approdato in Italia nella passata stagione, sta continuando a dare un assaggio delle proprie qualità a suon di gol e assist.

Cyril Ngonge (LaPresse) – interlive.it

Già 5, infatti, le reti realizzate in stagione dalla seconda punta belga dotata di grande estro e capace, inoltre, di servire 2 assist. Un profilo, il suo, che i nerazzurri hanno già avuto modo di osservare da vicino proprio nella giornata di oggi durante Inter-Verona, match valido per la 19esima giornata di A. Marotta e Ausilio potrebbero finire per riporlo a breve sotto la propria lente d’ingrandimento come potenziale erede di Alexis Sanchez, a maggior ragione nel caso in cui la formazione veneta (ancora impelagata nei bassifondi della classifica di Serie A) non dovesse riuscire a salvarsi al termine di quest’annata calcistica.

Impostazioni privacy