Questa Juve fa paura

Acerbi ha detto la verità dopo Genoa-Inter, ma anche manifestato un certo timore nei confronti della squadra di Allegri. Inzaghi non deve fallire l’obiettivo Scudetto

Torniamo a scoppio ritardato sul post Genoa-Inter per schierarci con Acerbi, il quale ha messo in evidenza le storture mediatiche sul discorso Scudetto.

Allegri e la Juventus fanno paura
Allegri e i giocatori della Juventus (LaPresse) – interlive.it

Per gli amici di Allegri, odiosi quanto gli amici di De Zerbi, degli scappati di casa – ovvero nazionali del calibro di Rabiot, Szczesny, Bremer e Chiesa. Solo per citarne alcuni – stanno compiendo un miracolo sportivo tenendo testa alla corazzata Inter.

Il giornalismo italiano, in particolare quello sportivo è un continuo leccare il sedere all’amico (e/o fonte) di turno. È nato cameriere, con massimo rispetto per chi svolge questa nobile professione, e morirà tale. Chiaramente fronte Inter le cose sono identiche: i cortigiani marottiani non sono pochi.

Tornando a bomba, le parole di Acerbi – e un po’ quelle di Mkhitaryan stamane a ‘La Gazzetta dello Sport’ – evidenziano però quanto venga temuta, oseremmo dire quanto faccia paura questa Juventus. Una squadra che sulla carta è inferiore, seppur non così immensamente tanto come vogliono far credere gli allegriani, ma con una solidità per certi versi superiore: 11 gol incassati, appena 7 da dopo Sassuolo-Juve ad oggi, cioè da fine settembre.

Inzaghi alla prova del nove

I bianconeri sono ora un gruppo unito verso un unico obiettivo, un gruppo rinsaldatosi evidentemente dall’agitata scorsa stagione. Qui sta il merito e l’esperienza di Allegri, non un rincoglionito prima e non un fenomeno adesso, bensì un allenatore che si sta confermando bravo a gestire i momenti, in partita e fuori dal campo, le situazioni sfavorevoli come quelle favorevoli. È un grande gestore pure di uomini, in questo somiglia molto ad Ancelotti, per noi il miglior allenatore al mondo. Non a caso guida il club più importante che c’è.

Allegri e la Juventus fanno paura
Inzaghi e Allegri (LaPresse) – interlive.it

La prova del nove per Inzaghi sarà proprio questa, la gestione delle pressioni, che a Milano e all’Inter sono enormi, di una corsa Scudetto che forse sarà decisiva anche per il suo futuro. Finora ha fatto bene, ma a conti fatti ha vinto solo delle coppette. Per la consacrazione, sua e di questa Inter, occorre la seconda stella.

Impostazioni privacy