Un’altra volta: due mesi e poi sarà addio all’Inter

Strada già tracciata, un nerazzurro viaggia spedito verso la separazione dal club meneghino in estate. Ecco di chi si tratta

Procede ad ampie falcate la corsa dell’Inter in campionato. 76, al momento, i punti totalizzati in questa edizione di Serie A dai nerazzurri, ora a +11 sul Milan, in attesa naturalmente dell’impegno che vedrà impegnata questa sera la formazione di Simone Inzaghi in mura amiche contro l’Empoli.

Inter di scena questa sera al 'Meazza' contro l'Empoli
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

È l’Inter, in questo momento, a vantare il miglior attacco e la miglior difesa nei top 5 campionati europei, coi nerazzurri capaci di realizzare 71 reti in queste prime 29 giornate di campionato e di subirne appena 14. Merito, sicuramente, delle tante pedine di spessore che figurano all’interno della rosa quest’oggi a disposizione del tecnico piacentino. Pensiamo ad esempio ai vari: Pavard, Bastoni, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco, Lautaro e Thuram, sinora capaci di offrire un degno contributo alla causa interista.

Altri che non hanno, invece, soddisfatto le attese sono Klaassen, Arnautovic e Sanchez, passando anche per Sensi. Al pari dell’austriaco, anche l’attaccante cileno non è stato in grado di incidere a dovere in questa sua seconda esperienza in nerazzurro (proprio come accaduto all’ex Bologna del resto). Con ogni probabilità, infatti, il ‘Niño Maravilla’ finirà per separarsi a giugno dalla formazione vicecampione d’Europa in carica, a differenza del classe ’89 – ora infortunato – che potrà dire addio al club meneghino soltanto in caso di offerte vantaggiose.

Decisione presa: Sanchez dirà addio all’Inter a giugno

Alexis Sanchez, tornato a Milano nella passata estate a parametro zero, è sempre più vicino a dire addio all’Inter per la seconda volta, in questo caso in occasione del prossimo giugno, momento in cui cesserà di avere validità il proprio accordo coi nerazzurri.

Capitolo Sanchez, l'Inter ha deciso di cederlo
Alexis Sanchez (LaPresse) – interlive.it

Mancano, a questo punto, appena due mesi alla seconda separazione del cileno dal club meneghino, pronto ad accogliere Mehdi Taremi al posto dell’ex Manchester United, Barcellona e Arsenal, con l’iraniano che dirà quindi addio anche lui addio a titolo gratuito al Porto. Marotta e Ausilio hanno già fatto la loro scelta ed è quella di non puntare più sul classe ’88, con all’attivo 26 presenze, 3 gol e 3 assist in stagione. Appena 8, per il resto, i gettoni raccolti dal 1′ dal cileno in questa sua seconda parentesi in nerazzurro.

Sanchez potrebbe così finire per mettere piede in estate in Saudi Pro League, campionato che in questi ultimi mesi aveva già provato a far proprio il cileno, così come accaduto con Juan Cuadrado del resto, anche lui legato all’Inter da un accordo valido sino a giugno e sempre più vicino a dare il proprio addio a Milano a parametro zero, proprio come il ‘Niño Maravilla’.

Impostazioni privacy