Colpo a zero dopo lo Scudetto: “Quadriennale a 5 milioni”

Solo dopo lo Scudetto l’Inter potrebbe impegnarsi per il terzo colpo a zero: ci sarebbe in ballo un quadriennale da 5 milioni

Inter, dopo Tameri e Zielinski, potrebbe prendere un altro parametro zero, magari per la difesa. Non ci sono molti dubbi sul fatto che il club possa avere interesse a prendere un altro centrale, a prescindere dalla situazione contrattuale di Acerbi. L’obiettivo è quello di svecchiare il reparto dove ci sono appunto due elementi (de Vrij e Acerbi) sopra i trenta.

Auslio cerca un nuovo nome a zero
Ausilio e Zanetti (LaPresse) – interlive.it

Secondo La Gazzetta dello Sport la dirigenza nerazzurra, in accordo con l’area tecnica, potrebbe voler andare su Mario Hermoso, in scadenza di contratto con l’Atletico Madrid a giugno. E per convincere lo spagnolo il club sarebbe pronto a offrire un quadriennale da 5 milioni.

Hermoso garantirebbe esperienza internazionale, personalità e discreta qualità. E soprattutto la possibilità di spendere solo per l’ingaggio e le commissioni agli agenti. Ma, come precisato dalla Gazzetta, le mosse ufficiali sono rimandate a quando lo Scudetto sarà ufficialmente vinto.

In teoria c’è margine per un quadriennale o quinquennale (magari un 4+1) a circa 5 milioni più bonus a stagione. Allo staff il difensore ventottenne di Madrid piace parecchio anche per la duttilità. Hermoso è un braccetto di sinistra, ma può fare anche il terzino e, volendo, essere impiegato da perno centrale.

Occhio però alla Premier (West Ham e Aston Villa su tutte) e all’Arabia. Molto passerà proprio dalla scelta personale di Hermoso, che potrebbe puntare a guadagnare il massimo o a volersi confrontare con il campionato inglese.

5 milioni a stagione per un quadriennale: Hermoso all’Inter

Come stanno davvero le cose? Hermoso potrebbe essere una possibilità per l’Inter. Ma dal punto di vista tecnico al club nerazzurro occorrerebbe di più un centrale puro, un nuovo Acerbi. E, dal punto di vista del progetto, per l’Inter sarebbe meglio orientarsi su un difensore più giovane, con ingaggio più basso. Un altro Bisseck, per intenderci.

Mario Hermoso a zero
Mario Hermoso (LaPresse) – interlive.it

Oltre ai nerazzurri, su Hermoso ci sono anche Napoli e Milan. Intanto pare che Simeone stia continuando a dialogare con il difensore per convincerlo a rinnovare con i Colchoneros. Per il Milan, Hermoso potrebbe essere più utile, almeno a livello tattico, che all’Inter. Ma è difficile che i rossoneri possano essere disposti a sbilanciarsi troppo con l’ingaggio.

Anche in questo senso la concorrenza più spaventosa è rappresentata dalla Premier e dai club arabi. Ci potrebbe essere anche la Juve. Secondo quanto riportato da El Gol Digital i dirigenti rossoneri avrebbero però avviato contatti stretti col difensore in tempi non sospetti, cioè dallo scorso mercato invernale. Per questo, oggi, sarebbero in vantaggio per chiudere l’acquisto a zero.

La difesa nerazzurra va ringiovanita ma non rivoluzionata. Acerbi e de Vrij non sono assolutamente profili deludenti per quanto concerne le valutazioni tattiche, tecniche e fisiche. Anzi. Tra i tanti record che l’Inter potrebbe raggiungere in questa stagione, ce ne sono due che riguardano la difesa.

Cioè il record di goal subiti (finora sono appena 14, e il risultato migliore in assoluto finora è di 20 goal) e quello dei clean-sheet (con altre tre partite senza subire reti, Sommer supererebbe il Buffon del 2011/12 e del 2015/16).

Alternative per la difesa

Investire 5 milioni di stipendio l’anno per Hermoso conviene davvero? Potrebbe aver senso in ottica di una cessione di Bastoni… A quel punto lo spagnolo a zero tornerebbe utile per coprire il ruolo di braccetto sinistro e investire il guadagno per prendere Schuurs (spostando Acerbi come braccetto di riserva) e un attaccante decente.

L'Inter offre 5 milioni a stagione a Hermoso
Dumfries vs Hermoso (LaPresse) – interlive,it

Hermoso non sembra pronto come alternativa ad Acerbi, cioè come centrale in una difesa a 3. Andrebbe addestrato. Le qualità per riuscirsi e adattarsi in fretta, lo spagnolo, ce le ha, ma è tutto un’incognita.

In generale il difensore dell’Atletico potrebbe essere utile come jolly difensivo anche se eventualmente si vuole fare un altro anno con de Vrij e Acerbi centrali e avere anche un backup di Bastoni. A meno che non si voglia spostare Bastoni centrale. Eppure è difficile pensare che un titolare dell’Atletico venga a fare il vice Bastoni a Milano.

C’è anche da dire che Mario Hermoso è un giocatore un po’ irregolare e abbastanza incline agli infortuni. Ora come ora, non è meglio di Acerbi o di de Vrij. E quindi? De Vrij-Bisteck-Bastoni: questi tre sarebbero i centrali dell’Inter in caso di partenza di Acerbi. A destra, la coppia potrebbe essere Pavard-Darmian. Bastoni-Hermoso sulla sinistra.

Perché, come sempre, non è possibile prendere un centrale puro senza vendere nessuno. Quindi i vari Buongiorno, Schuurs, et cetera sono nomi ipotetici.

Impostazioni privacy