“Minacce legali e situazione di rischio”: Zhang-Oaktree, scontro totale

Zhang è vicino a dire addio all’Inter dopo che è saltata la trattativa con Pimco. L’attacco a Oaktree: “Abbiamo fatto ogni tentativo per trovare una soluzione amichevole con il nostro partner”

Zhang è con l’acqua alla gola, come lui stesso ha confermato nella lettera ufficiale pubblicata dal sito dell’Inter. È saltato l’accordo con Pimco, quindi fra tre giorni Oaktree può strappargli il club nerazzurro come da accordi raggiunti nel 2021.

Zhang-Oaktree, scontro totale
Steven Zhang (Ansa) – interlive.it

Il presidente dell’Inter ha attaccato duramente il fondo statunitense: “Nel corso dei mesi che hanno condotto alla data di scadenza della struttura di finanziamento con Oaktree, abbiamo fatto ogni tentativo per trovare una soluzione amichevole con il nostro partner, compresa l’offerta di molteplici possibilità per Oaktree di ottenere un ritorno finanziario completo e immediato. Purtroppo, i nostri sforzi finora sono stati esasperati da minacce legali e dalla mancanza di un coinvolgimento significativo da parte di Oaktree. Tutto ciò è stato molto frustrante e deludente, ma questo comportamento sta ora creando una situazione di rischio per il Club che potrebbe metterne seriamente a repentaglio la stabilità”.

Zhang ha rassicurato i tifosi –  “(…) Faremo tutto il possibile per proteggere i nostri colori, i nostri valori fondanti e la nostra stabilità. Ci impegniamo a lavorare per una risoluzione pacifica con Oaktree e a continuare la nostra storia di successi per la nostra amata Inter” – ed espresso parole che sanno un po’ di addio: “Il nostro duro lavoro ha dato i suoi frutti. Negli otto anni sotto la nostra gestione, insieme al nostro staff, ai giocatori e agli allenatori, abbiamo conquistato sette trofei, due finali europee, e due volte abbiamo raggiunto la vetta del campionato di Serie A. La leggendaria seconda stella è una testimonianza della nostra crescita e del nostro successo“.

Arrivata la replica di Oaktree: l contratto è chiaro e le sue condizioni note da tre anni, la data sul calendario non è una minaccia legale, come riporta ‘Sky Sport’. Il presidente dell’Inter dovrà chiudere il prestito entro martedì, altrimenti il club passerà a Oaktree.

Impostazioni privacy