Biasin allo scoperto, conferme totali: “Ce l’ha detto Marotta”

Secondo Fabrizio Biasin, Beppe Marotta avrebbe confermato quale dovrebbe essere il piano del club per il prossimo futuro

Oggi dovrebbe tenersi l’incontro tra la dirigenza nerazzurra e Simone Inzaghi per definire il prolungamento del contratto del tecnico. La priorità per Beppe Marotta presidente è infatti quella di blindare l’allenatore. L’obiettivo è quello di perseguire l’ideale di continuità rispetto all’era Zhang e di dare serenità alla squadra e ai tifosi.

Biasin sul progetto-Marotta
Fabrizio Biasin e Marotta (X/LaPresse) – interlive.it

Per ora, sembra che tutto stia filando liscio. E non era scontato. Il passaggio di mano a livello societario da Suning a Oaktree poteva anche risolversi in un terremoto. Ma Marotta è l’uomo che garantirà, si spera per un tempo non troppo breve, la stabilità che serve.

Ecco perché già si sono sbloccati i rinnovi di contratto per Lautaro Martinez, Nicolò Barella e Simone Inzaghi. Le tre firme vanno interpretate come tre importantissime garanzie per il futuro. Tre segnali da non sottovalutare. E anche secondo il giornalista di Libero Fabrizio Biasin avere Marotta presidente è la cosa migliore che poteva capitare a quest’Inter.

Intervenuto come ospite a Iotifointer.it, il giornalista si è detto entusiasta della nomina di Beppe Marotta come nuovo presidente dell’Inter. Dal suo punto di vista, Oaktree ha compiuto una scelta logica e intelligente. Preferendo un profilo nerazzurro, in grado di dare continuità, Oaktree ha fatto capire di non aver intenzione di smobilitare.

Marotta uomo del destino, secondo Biasin

Tutti temevano che Oaktree potesse voler inserire un suo uomo, in modo da chiarire da subito i suoi scopi (che comunque sono orientati alla futura vendita del club). Per guadagnarci, però, bisogna investire, e prima di investire bisogna saper gestire. E per questo si è puntato sulla continuità.

Marotta all'Inter ancora a lungo
Beppe Marotta con la sciarpa nerazzurra (LaPresse) – interlive.it

Biasin ha ricordato che Marotta non si limiterà al ruolo di presidente, ma continuerà anche a lavorare sulle cose di cui si occupava fino a una settimana fa, in veste di amministratore delegato dell’area sportiva. Ecco perché il giornalista parla di “un’ottima notizia per i tifosi dell’Inter“.

Inoltre, secondo il giornalista di Libero, c’è un altro dato interessante collegato al fatto Marotta non avrebbe accettato se il suo fosse stato un ruolo ad interim. A tal proposito Biasin dice che durante l’assembea che ha portato alla nomina di Marotta come presidente è venuto fuori un indizio importantissimo sul futuro dell’Inter e sui piani di Oaktree.

Il significato della scelta di Oaktree

Secondo Biasin, se Marotta ha accettato il ruolo da presidente del club è perché dovrebbe aver avuto garanzie sull’impegno di Oaktree: il fondo, dunque, dovrebbe aver intenzione di dar vita a un progetto a medio-lungo termine. “Non si tratta di uno o due anni“, ha rivelato il giornalista. E noi la pensiamo grossomodo come lui.

Marotta: il piano da presidente
Il presidente dell’Inter Beppe Marotta (LaPresse) – interlive.it

Biasin aggiunge un ulteriore considerazione: questa novità, dal suo punto di vista, potrebbe anche comportare un allungamento della carriera dello stesso Marotta, che come sappiamo aveva dichiarato di voler uscire dal calcio nel 2027. “Possono accadere un sacco di cose: difficile fare previsioni, ma l’idea è che le sue intenzioni possano essere ancora più a lungo termine. Nel CdA alcune figure del fondo si sono affiancate ai vecchi dirigenti. Questo significa, e ce lo ha spiegato Marotta dopo l’Assemblea, che si vuole continuare sulla strada già tracciata“.

Si punterebbe cioè a perseguire l’ideale della continuità, dato che il lavoro già svolto ha portato a ottimi risultati dal punto di vista sportivo ed economico. I capisaldi sono noti: sostenibilità finanziaria, attenzione al bilancio, player-trading e fiducia nella dirigenza.

Impostazioni privacy