Colpo di scena Sanchez: non se ne va, firma e resta

Il futuro dell’attaccante cileno, in scadenza di contratto con l’Inter, potrebbe essere ancora in Serie A

A sorpresa, nonostante l’accordo in essere fino al 30 giugno con la formazione di Simone Inzaghi, Alexis Sanchez potrebbe restare in Italia per almeno un’altra stagione.

Il Como è sulle tracce di Sanchez
Alexis Sanchez (LaPresse) – interlive.it

Ammontano a 33 i gettoni collezionati nell’annata volta da poco al termine dal classe ’88, che ha chiuso la propria regular season in formato 2023-24 con 4 gol e 5 assist. Numeri che, comprensibilmente, non hanno rispettato le attese di inizio stagione, questa la ragione per cui l’Inter ha di fatto deciso di dire addio all’ex Barcellona e Manchester United, tra le tante, a titolo prettamente gratuito.

Come ormai appurato, i nerazzurri hanno infatti optato per l’idea di non siglare alcun nuovo accordo col Niño Maravilla, che così facendo si separerà tra sole poche settimane dalla squadra neo Campione d’Italia. Intanto, è però emersa fuori un’altra possibilità, quella che la seconda punta di nazionalità cilena colga sì le proprie valigie da Milano, ma senza il necessario bisogno di abbandonare la Serie A.

In queste ultimissime ore, è il Como la società che starebbe pensando di ingaggiare a costo zero in estate l’ormai ex numero 70 del club di Viale della Liberazione, proprio in virtù del fatto che il sodalizio lombardo si è già prefissato un importante obiettivo, quello della permanenza nel massimo campionato italiano, traguardo conseguito soltanto qualche settimana fa.

Il Como pensa a Sanchez per l’attacco: il cileno sarà libero di firmare a zero

È quello di Alexis Sanchez il nome che è finito sul taccuino del Como, a caccia di nuovi rinforzi in vista della prossima stagione.

Nonostante l'addio all'Inter il futuro di Sanchez potrebbe essere ancora in A
Alexis Sanchez (LaPresse) – interlive.it

Il club attualmente presieduto da Robert Hartono è infatti in cerca di qualche profilo d’esperienza. Questa la ragione per cui già nelle scorse settimane il sodalizio lombardo aveva incominciato a interessarsi in maniera approfondita alle situazioni di Stefano Sensi ed Emil Audero, con quest’ultimo che ha già avuto modo di visitare la società e di conoscere la proprietà della neo promossa.

Da capire ora se Fabregas, ex compagno del Niño Maravilla ai tempi del Barcellona, e la restante parte della società decideranno di provare ad affondare per davvero il colpo per il fantasista 35enne, chiamato a spegnere trentasei candeline il prossimo 19 dicembre. Quel che è ormai constatato, invece, è il fatto che il cileno dirà ben presto addio in via ufficiale all’Inter, club che intanto continua ad avere Albert Gudmundsson come priorità per il proprio attacco.

Impostazioni privacy