Inter, spunta l’affare con la Lazio: plusvalenza enorme

L’Inter potrebbe concludere un nuovo affare con la Lazio: il presidente Lotito pregusta una plusvalenza da record

Dopo mesi a parlare di Bento, l’Inter ha capito che prendere il portiere brasiliano potrebbe rivelarsi più complicato del previsto. La concorrenza aumenta e l’Athletico Paranamense ha di nuovo alzato il prezzo. Il portiere sudamericano con passaporto italiano è ancora l’obiettivo primario del mercato dell’Inter, ma ci sono diversi nomi sul taccuino della dirigenza come papabili obiettivi alternativi.

Enorme plusvalenza per Lotito
Claudio Lotito, presidente della Lazio (Ansa) – interlive.it

Si stanno valutando Martinez del Genoa, Okoye dell’Udinese e Turati del Sassuolo (autore di una discreta stagione in prestito al Frosinone). E poi c’è l’idea Mandas: il giovane portiere greco della Lazio si è fatto notare nell’ultima parte del campionato e ora ha molti estimatori.

Pare che i suoi procuratori abbiano già chiesto un rinnovo con adeguamento contrattuale a Lotito e che il presidente della Lazio stia ora prendendo in considerazione il possibile affare con l’Inter: l’obiettivo sarebbe quello di registrare una bella plusvalenza.

Idea Mandas, l’affare porterebbe alla Lazio una grande plusvalenza

Lotito lo ha pagato poco, probabilmente intorno a un milioni di euro, e ora vorrebbe venderlo a 12-15 milioni. Ecco perché l’affare con l’Inter potrebbe trasformarsi nella Lazio in un’occasione d’oro: una plusvalenza così ricca mettere a posto i conti stagionali.

Mandas alternativa per la porta
Tudor con Mandas (Ansa) – interlive.it

Il ragazzo, oggi ventiduenne, ha esordito giovanissimo in Grecia con la maglia dell’Atromitos. Già nel 2017, Mandas si faceva apprezzare come portiere dotato di ottimi riflessi e bravo a parare i rigori. La squadra, vedendolo così talentuoso, lo premiò con un prolungamento del contratto fino all’estate 2022 in cui era inserita una clausola di rescissione da circa 2 milioni.

Quel prezzo fu pagato molto più tardi dall’OFI, che nel gennaio 2022 volle aggiungerlo alla sua rosa. A sorpresa, a settembre 2023, la Lazio ha investito circa un milione per prenderlo come secondo portiere. Ha esordito in biancoceleste nella partita più complicata, il 10 gennaio 2024: il derby contro la Roma dei quarti di finale di Coppa Italia e vinto dalla Lazio per 1-0.

A marzo ha giocato titolare anche in Serie A subentrando nel finale della sfida contro l’Udinese all’infortunato Ivan Provedel. Proprio a causa dell’infortunio di Provedel è stato impiegato come portiere titolare nel finale di stagione senza sfigurare. E gli amici lasciati a Roma ne hanno parlato benissimo a Inzaghi.

La posizione di Lotito

Christos Mandas della Lazio ha dalla sua la qualità, la faccia tosta e l’età. Può essere un erede perfetto per Sommer, dato che si adatterebbe a fare il secondo e ha davanti molti anni per crescere. L’Inter potrebbe puntare sul fatto che il presidente Claudio Lotito non è ancora riuscito a rinnovare il suo contratto: il ragazzo vuole l’aumento e il presidente della Lazio non vuole aprire il portafoglio.

Lotito in affari con l'Inter per Mandas
Lotito (Ansa) – interlive.it

Per questo si parla di cessione. La prospettiva, da un lato interessante per via della possibilità di registrare una bella plusvalenza, mette un po’ in ansia il mondo biancoceleste. La dirigenza crede infatti di avere per le mani un gioiellino che sarebbe meglio tutelare. Non a caso il ragazzo è stato chiamato dalla Nazionale greca per partecipare ad alcune amichevoli internazionali.

E la Lazio, che crede tanto nelle potenzialità di Mandas, potrebbe voler continuare a puntarci su, tenendolo in squadra insieme a Provedel. Le 12 presenze con 9 gare consecutive da titolare in campionato hanno dimostrato che ha personalità.

E a Roma credono che possa esserci bisogno della sua affidabilità per poter affrontare con serenità le tre competizioni. Un numero 12 così non va ceduto a cuor leggero, anche perché potrebbe diventare ancora più forte. Il problema è l’adeguamento d’ingaggio. Ed è lì che l’Inter dovrebbe inserirsi.

Impostazioni privacy