Ecco il primo grande colpo di Oaktree: ha già firmato

Barella prossimo all’annuncio ufficiale del rinnovo di contratto già raggiunto negli scorsi giorni con l’Inter, per Marotta è il primo affare concluso in qualità di presidente della gestione Oaktree

La decisione sull’insediamento della figura di Giuseppe Marotta alla presidenza dell’Inter è stata presa con la giusta ponderazione dalla proprietà Oaktree in una fase delicatissima della programmazione della nuova stagione sportiva. Lui è l’uomo giusto per dare continuità ad un progetto che, con ogni probabilità, un nuovo individuo a capo non sarebbe stato pienamente capace di portare avanti. In queste situazioni, del resto, meglio qualcuno di già conosciuto e fidato.

Barella firma il rinnovo con l'Inter di Oaktree
Giuseppe Marotta, presidente dell’Inter dell’era Oaktree (LaPresse) – interlive.it

Per certi versi però il Marotta presidente non ha perso le precedenti qualità di amministratore delegato, andando semplicemente ad ampliare un pacchetto di responsabilità gonfio e ricco come lo era in passato sotto la giuda Steven Zhang. Al suo fianco c’è il solito direttore sportivo Piero Ausilio con cui negli scorsi giorni si è ripreso a lavorare nell’unica direzione cui il club ha intenzione di muoversi nelle prossime settimane: quella dei rinnovi di contratto, prima di ogni altra cosa. L’obiettivo definitivo, non per ultimo, resta ancorato alla voglia di concludere tutte le trattative pendenti prima dell’inizio dei giochi europei in Germania. E ogni indizio lascia intendere che l’Inter è sulla buona strada.

Barella e l’Inter di Oaktree insieme fino al 2029, seguiranno Lautaro e Inzaghi

Proprio nelle scorse ore infatti è trapelata l’informazione relativa al raggiungimento dell’intesa con Nicolò Barella e la sua entourage, suggellata dalla firma del prolungamento di contratto arrivata nel silenzio totale.

Barella firma il rinnovo con l'Inter di Oaktree
Primo rinnovo completato per l’Inter, riecco Nicolò Barella (LaPresse) – interlive.it

L’operazione è stata portata avanti con successo dall’agente Beltrami senza dare nell’occhio, del resto non c’è mai stata l’urgenza di convogliare tutte le energie verso una decisione immediata. Barella ha da sempre avuto l’Inter nei pensieri e non è mai passato di moda neppure per Simone Inzaghi, per cui è vice-capitano e uomo di sostanza in mezzo al campo.

Il complesso dell’affare, da circa 6,5 milioni di euro stagionali fino a giugno 2029 prossimo all’ufficialità in settimana, apre il ciclo dei colpi di mercato dell’era Oaktree con Marotta presidente. E sarà soltanto il primo di una lunga serie. A lui si aggregheranno anche Lautaro Martinez e Inzaghi, nell’attesa di conoscere di persona gli acquisti a parametro zero Medhi Taremi e Piotr Zielinski. Da limare, infine, i potenziali buchi in organico dati dalle uscite estive.

Impostazioni privacy