Inter-Chievo 3-1, Gagliardini: “Settimana incredibile. Negli spogliatoi ho visto…”

0
72
Gagliardini all’esordio con l’Inter (Getty Images)

INTER-CHIEVO 3-1 GAGLIARDINI / MILANO – Un debutto da sogno per Gagliardini. Il nuovo centrocampista dell’Inter ha fornito una prestazione molto convincente nel 3-1 con cui i nerazzurri hanno regolato in rimonta il Chievo di Maran. Dopo il fischio finale, l’ex Atalanta si è fermato ai microfoni di ‘Sky Sport’ per raccontare le sue emozioni: “È stata una settimana particolare per me, ho vissuto tante emozioni e sono felice per la vittoria. Non ho ancora visto i messaggi, non ho guardato il cellulare. Appena sono entrato negli spogliatoi ho letto tanti nomi di giocatori che hanno fatto la storia del calcio, è stato un esordio bellissimo anche perché abbiamo vinto in rimonta. Sarebbe stato meglio non andare in svantaggio, magari segnare due gol e poi amministrare, ma è andata bene. Il modulo è diverso rispetto all’Atalanta, ma Pioli mi chiede le stesse cose che mi chiedeva Gasperini. In fase realizzativa posso migliorare, ho sbagliato qualche conclusione, ma anche in fase di possesso e non possesso devo fare di più. I miei compagni? Sono rimasto impressionato perché c’è un grande gruppo, devo a tutti loro la prestazione di questa sera, perché altrimenti in così pochi giorni non sarei stato a mio agio. Ci sono tanti campioni, se devo dirne uno dico Banega che mi fa impazzire, è un fenomeno”.

Gagliardini: “Sono in un grande club, sento la responsabilità”

Spazio per Gagliardini anche ai microfoni di ‘Premium Sport’: “Partita emozionante, potevo fare meglio sul mio colpo di testa, Sorrentino ha fatto una bella parata. Oggi ho sbagliato qualche gol, ma anche con l’Atalanta era da qualche partita che provavo a segnare. Posso migliorare ancora, sicuramente gli allenamenti mi serviranno. Sono stati due giorni molto intensi, sono arrivato in un grandissimo club e sono successe tante cose che non avevo mai fatto, dalla presentazione alle interviste. Sono in un club di livello mondiale, e adesso l’ho capito. La pressione c’è, ma c’è anche una responsabilità maggiore e questo mi porta a dare ancora di più. La classifica? Abbiamo fatto il nostro, ora dobbiamo aspettare i risultati di domani. Pensiamo partita per partita, e la prossima è quella contro il Bologna in Coppa Italia”.

Alessandro Caltabiano