Home Calciomercato Inter: ultimi scoop di mercato Inter, Skriniar stecca proprio a Barcellona: la situazione sul rinnovo

Inter, Skriniar stecca proprio a Barcellona: la situazione sul rinnovo

Calciomercato Inter, tra la serata negativa proprio in casa del Barcellona e la trattativa per il rinnovo: ecco le ultime su Skriniar

Calciomercato Inter, ultime su rinnovo Skriniar
Skriniar in azione al ‘Camp Nou’ (Getty Images)

Prestazione negativa di Milan Skriniar ieri sera al ‘Camp Nou’ contro il Barcellona, nel match valevole per la terza giornata della fase a gironi di Champions vinto 2-0 dai blaugrana. Prestazione che potrebbe convincere ancor di più la dirigenza catalana a non puntare su di lui – già in realtà ‘snobbato’ a vantaggio di Koulibaly del Napoli – per rafforzare il reparto arretrato nella prossima sessione di calciomercato estivo.

Lo slovacco ha responsabilità su entrambi i gol, quello iniziale dell’ex Rafinha – servito però da un assist magistrale di Suarez difficile comunque da ‘leggere’ in anticipo – e quello del definitivo due a zero firmato da Jordi Alba, servito nello spazio da Rakitic.

Calciomercato Inter, rinnovo Skriniar: le ultime indiscrezioni

Gli errori del classe ’95 sono stati posti all’attenzione di Spalletti, il quale ha risposto così: “Il difetto dei difensori vecchi è quello di guardare troppo l’uomo, marcare ti fa perdere di vista la palla – riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ – La colpa sui gol è sua? Si può sbagliare, è il concetto di marcare o guardare la palla e lo spazio, noi dobbiamo fare così, marcare lo spazio e reagire sull’uomo”.

Il valore di Skriniar comunque non si discute e resta elevato nonostante la prestazione sottotono al ‘Camp Nou’. L’Inter teme l’assalto dei top club, dal Manchester United allo stesso Barcellona – che avrà enormi difficoltà a strappare Koulibaly al Napoli – per questo punta a blindarlo con un nuovo contratto fino al 2023. Le parti, però, sono al momento lontane da un accordo. La distanza tra domanda (circa 2,5 milioni) e offerta (3,5 milioni almeno) sarebbe appunto di grossomodo 1 milione di euro.