Home Esclusive di InterLive.it Inter, nuova dimensione e futuro (incerto) di Ausilio

Inter, nuova dimensione e futuro (incerto) di Ausilio

Inter, Marotta e il ‘nuovo’ ruolo di Ausilio tra rinnovo e addio

Piero Ausilio con Beppe Marotta (Getty Images)

Le ultime di calciomercato Inter si concentrano sulla figura di Piero Ausilio tra nuovo ruolo e futuro ancora incerto.

Ausilio continuerà la sua ormai ventennale avventura all’Inter? Pensiamo di sì, nonostante la volontà di Marotta di affidarsi a un altro direttore sportivo, scelto e quindi più affine a lui. Ma Suning in questi anni ha apprezzato il lavoro del suo ds e per questo, come sembra per Spalletti (un altro che Marotta cambierebbe domattina), potrebbe decidere di non assecondare almeno per ora i desideri del suo amministratore delegato – rischiando di andarci subito allo scontro – confermando ma anche rinnovando il contratto dello stesso Ausilio, mediaticamente sempre ben protetto, in scadenza nel 2020.

Rinnovo che poi è elemento decisivo o quasi per il prosieguo del rapporto tra l’Inter e Ausilio, che nel frattempo ha cominciato a guardarsi intorno. Ci è stato riferito che qualche mese fa, tramite intermediari, si sia ‘proposto’ alla Roma a caccia del sostituto di Monchi. La scelta di Pallotta pare essere ricaduta alla fine su Petrachi (in rotta col Torino), un profilo vicino a Conte oltre che gradito a Marotta, con il quale Ausilio avrebbe peraltro instaurato un ottimo rapporto. Con l’ex Juve ha infatti la possibilità di lavorare con meno responsabilità, che evidentemente fatica a gestire e a sopportare. Insomma è diventato un numero due, secondo quanto raccolto da Interlive.it un ruolo a cui il quasi 47enne ha confidato di aspirare da sempre e che gli è senz’altro più congeniale.