Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Zenga: “Ho fatto e scelto un percorso differente”

Zenga: “Ho fatto e scelto un percorso differente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:02

Inter, l’ex portiere Walter Zenga ha voluto dare un parere sulla lotta scudetto, su Mauro Icardi e sul fatto che non ha rimpianti per non essersi mai seduto sulla panchina nerazzurra

Zenga ©Getty Images

INTER ZENGA INTERVISTA/ L’ex portiere e ora allenatore Walter Zenga, è stato intervistato da Soccermagazine.it. Il tecnico ha voluto dare un parere sulla possibilità delle due squadre romane di tornare in lotta per il campionato, che per il momento sembra limitarsi ad una sfida tra Juventus e Inter. Queste le sue dichiarazioni: “E’ difficile dirlo oggi perché c’è ancora davanti molta strada e soprattutto di mezzo la Champions League. Bisognerà vedere se l’Inter si qualifica, se una delle due avrà un calo e se qualche big rientra, perché in questo momento per esempio le romane stanno facendo molto bene”. L’ex estremo difensore ha poi parlato di Mauro Icardi, sia in merito alla separazione dall’Inter, sia sul suo rendimento al Psg e ha detto: “Ci sono cose che vanno al di là delle nostre competenze perché non sappiamo cosa realmente sia successo. Sul fatto che Icardi sia una top player e un goleador lo si sta vedendo anche al Paris Saint-Germain. Poi le dinamiche e le cose di spogliatoio le sanno solo i diretti interessati”.

LEGGI ANCHE >>> Prosegue la caccia al bomber: i nomi
LEGGI ANCHE >>> Marotta all’assalto dei parametri zero
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Florenzi nome caldo per Conte

Al termine dell’intervista, ha spiegato che non ha rimpianti per non essere mai diventato allenatore nella sua ex squadra e ha dichiarato: “Ho fatto e scelto un percorso differente, perché ho preso la mia valigia e me ne sono andato in giro per il mondo perché voglio fare l’allenatore e continuo a fare l’allenatore. I casi di Del Piero e di Totti sono emblematici anche di altre situazioni. Però, ognuno di loro ha la sua personalità e non è detto che essendo stato un grande calciatore di una squadra tu possa anche essere un buon dirigente o un buon allenatore per la squadra stessa. Ognuno fa il suo percorso. Non mi sembra che Totti e Del Piero in questo momento abbiano delle problematiche di vita. Anzi, sono due ragazzi intelligenti che sanno come investire per il futuro e sanno come fare. Del Piero è andato in America, ha investito, ha una sua azienda, Totti sta studiando da manager. Sono affidabili per un futuro, perché comunque l’unica cosa che non si può negare è che gente che è stata nel calcio per tantissimi anni sappia di calcio“.